Gli iPhone potranno presto aprire porte e auto con iOS 12




Il prossimo aggiornamento software del Sistema operativo mobile di Apple includerà un nuovo NFC che consentirà molte più operazioni dell'attuale.

iPhone-aprire-porte-auto-iOS-12
Ad una settimana dall'atteso WWDC 2018 di Apple, iniziano a circolare le prime indiscrezioni sulle novità in arrivo che saranno annunciate dall'azienda di Cupertino durante il consueto evento annuale dedicato a sviluppatori, stampa ed appassionati.

La tecnologia NFC di iOS, introdotta per la prima volta in iPhone 6, sta per essere corposamente aggiornata in iOS 12, secondo quanto riferito da The Information, portando le funzionalità a disposizione degli utenti oltre i pagamenti con Apple Pay.

Semplicemente avvicinando un dispositivo iOS 12 a serrature o obliteratrici smart, si potranno aprire, in maniera del tutto sicura, porte di Hotel, portiere di autovetture o pagare corse in mezzi pubblici, anziché utilizzare chiavi, pulsanti, biglietti o abbonamenti fisici.

In realtà, già adesso, in Gran bretagna, i possessori di iPhone possono viaggiare in metropolitana e pagare la tratta avvicinando lo smartphone sulle 'macchinette' senza contatto. E ancora, gli iPhone 7 venduti in Giappone e tutti i modelli di iPhone 8 e iPhone X includono un chip FeliCa per ottenere un risultato simile per tutta la rete di trasporto pubblico nipponico. 
Entrambe queste integrazioni esistenti e funzionanti sono basate su ottimizzazioni superiori ai protocolli standard di Apple Pay.

Il funzionamento dello sblocco intelligente tramite NFC garantisce maggior sicurezza rispetto alla tecnologia Bluetooth, già in utilizzo da tempo in diverse soluzioni appartenenti alle varie piattaforme, in quanto NFC memorizza dati sensibili necessari all'autenticazione in un chip che isola i contenuti dal Sistema operativo in esecuzione.

Apple è al lavoro sull'evoluzione del suo chip NFC per iPhone già da iOS11, con l'implementazione del CoreNFC, che consente, al momento, solo la scansione dei tag RFID. 

Con iOS 12, Apple dovrebbe aprire le sue API per consentire a sviluppatori di app terze di sfruttare le nuove potenzialità del chip, anche se altri pareri prevedono il blocco e i permessi rilasciati solo ad alcuni partner.

Ne sapremo di più a partire dal prossimo 4 giugno, data di inizio del WWDC 2018.
Via: TNW - 9to5Mac
Articolo di HTNovo
Creative Commons License