Adesso ci sono 3 App Ubuntu nel Microsoft Store di Windows 10



Canonical aggiorna le pubblicazioni nel Microsoft Store di App Ubuntu eseguibili in Windows 10 tramite il Sottosistema Windows per Linux.

3-app-ubuntu-microsoft-store-windows-10
Lo scorso 16 maggio, riportammo la notizia della presenza dell'App Ubuntu 18.04 LTS in Microsoft Store, pubblicata da Canonical appena due settimane dopo il rilascio della nuova release della popolare distro Linux.

In quell'occasione, sottolineammo che l'App denominata semplicemente Ubuntu conteneva la possibilità di eseguire in finestra su Windows 10, tramite WSL (Sottosistema Windows per Linux), la precedente release 16.04, mentre, ovviamente, l'altra App la 18.04 LTS, e che Canonical avrebbe aggiornato lo Store per rendere più semplice l'individuazione dei due software.
La società britannica ha mantenuto la promessa e ha aggiunto un'ulteriore applicazione Ubuntu al Microsoft Store, oltre ad identificare chiaramente le due versioni, entrambe supportate, lo ricordiamo, sino al 2021.

Così, adesso, ci sono 3 App Ubuntu nel Microsoft Store di Windows 10!

Le App contenenti le versioni specifiche sono chiaramente identificate dalla nomenclatura completa, Ubuntu 18.04 e Ubuntu 16.04.

La terza applicazione è semplicemente denominata Ubuntu e contiene, di default, l'ultima versione stabile pubblicamente rilasciata, con update che l'utente può effettuare direttamente da riga di comando, in occasione di un nuovo rilascio.
This app installs the latest stable Ubuntu LTS release on Windows, switching to the newer LTS release with the first point release. If you would like to use a specific LTS release, for example 18.04, please install the release-specific app, Ubuntu 18.04 on Windows in that case. 
Please note that app updates don't change the Ubuntu installation. To upgrade to a new release please run do-release-upgrade in the Ubuntu Terminal.
Potete trovare le 3 App Ubuntu nel Microsoft Store di Windows 10 digitando Ubuntu nella casella di ricerca o direttamente a questo link sul Web.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License