Supporto a mouse e tastiera e Evento XO18 a novembre annunciati da Microsoft per Xbox One




Microsoft annuncia finalmente l'arrivo del supporto a mouse e tastiera per le sue console da gioco e il ritorno dell'evento XO.

Supporto-mouse-tastiera-evento-xo18-xbox
Avevamo avuto le prime certezze dell'implementazione del supporto a mouse e tastiera per Xbox One con la disponibilità del primo hardware specifico firmato HORI e le conferme da parte di Microsoft alla fine del 2017. A quasi un anno di distanza, sono i massimi dirigenti della sezione Xbox che confermano l'introduzione del supporto alle periferiche nel codice del software delle console a partire dal prossimo mese, inizialmente per i partecipanti al programma Insider.
Warframe per Xbox One sarà il primo gioco a poter essere eseguito con mouse e tastiera, già al momento del rilascio dell'update in questione.
Phil Spencer ha dichiarato che Microsoft offrirà il massimo supporto per garantire la compatibilità di tutti i giochi all'utilizzo dell'hardware collegato, chiarendo che gli sviluppatori terzi dovranno compiere i loro passi per ottimizzare i risultati.
Abbiamo messo il controllo nelle mani degli sviluppatori
Per quanto riguarda il lavoro dei produttori hardware, il responsabile Xbox ha confermato la compatibilità di tutti (o quasi) gli accessori (mouse e tastiera) USB con il nuovo software in arrivo da ottobre, aggiungendo nuove collaborazioni in corso con Razer per la messa in commercio di tastiere specificatamente studiate per Xbox One.
Tutti questi elementi saranno trattati nel dettaglio nel nuovo Evento XO18 in programma a Città del Messico il prossimo 10 novembre, come annunciato - sempre in queste ore - dai vertici dall'azienda di Redmond.

Razer-Xbox-One
Torna, dunque, la serie XO precedentemente interrotta da Microsoft, con la possibilità, questa volta, di seguire annunci e sessioni in diretta streaming per tutti gli utenti. Non si hanno grandi dettagli, ma Phil Spencer ha promesso novità importanti per nuovi giochi esclusivi Xbox (che poi è quello che i videogiocatori vogliono sentire più di ogni altra cosa).
Via: OnMSFT
Articolo di HTNovo
Creative Commons License