Peso dei download dimezzato per i Major Update di Windows 10 con l'opzione ridotta x64



Microsoft lancia la nuova opzione ridotta x64 per i clienti aziendali che consente un download più snello per gli aggiornamenti delle funzionalità.

Peso-download-dimezzato-windows-10
Microsoft ha annunciato di aver raggiunto un importante traguardo a beneficio di aziende che utilizzano e aggiornano regolarmente Windows 10 sui loro dispositivi.
A partire da oggi, 27 settembre 2018, il peso dei download per gli aggiornamenti delle funzionalità a Windows 10 è sensibilmente diminuito sui dispositivi a 64 bit, grazie alla nuova opzione ridotta x64 che consente di scindere i file (finora unificati) per device a 32-bit da quelli specifici per i 64-bit, scaricando solamente questi ultimi su macchine con tale architettura.
I dispositivi x86, per ora, continueranno ad effettuare download in bundle.

Il nuovo meccanismo permette di dimezzare (quasi) la quantità di GB scaricati per effettuare un aggiornamento delle funzionalità a Windows 10 su PC x64, con un peso che diventa di 2,6 GB a fronte dei 4,8 GB che in media si 'spendono' per completare un download dei file necessari all'installazione di una nuova release.

I software aziendali che aggiorneranno le funzionalità di Windows 10, da oggi, potranno utilizzare la nuova opzione per i Major Update alle versioni 1703, 1709 e 1803. Ovviamente, a partire dal 2 (o 9) ottobre, data dell'inizio della distribuzione di October 2018 Update, anche per aggiornare all'ultima release ufficiale, 1809.

Gli aggiornamenti a peso ridotto arriveranno ai clienti che utilizzano Windows Server Update Services (WSUS) o connessi a System Center Configuration Manager, direttamente come file ESD (Electronic Software Distribution) tramite WSUS.

La modalità non prevede il download di Features on Demand, Language Pack o eventuali update cumulativi rilasciati nel corso del tempo. Verrà installata la RTM della versione scaricata.

Inutile sottolineare l'importanza per grandi e medie aziende della nuova possibilità offerta da Microsoft, che, in aggiunta alle precedenti ottimizzazioni per la diminuzione dei tempi d'installazione offline, consente un ulteriore risparmio di tempo (e di banda) per procedere a mantenere aggiornati ed efficienti i dispositivi da lavoro.
Via: ZDNet
Articolo di HTNovo
Creative Commons License