Microsoft Andromeda è una cover con display e-Ink



Primo annuncio concreto e ufficiale da parte di Microsoft riguardo il famigerato dispositivo mobile definitivo; ma è solo una custodia per vecchi smartphone.

Microsoft-Andromeda-cover-display-e-Ink
In questo Blog, ci asteniamo ― sempre e tassativamente ― dal riportare 'news', rumor, speculazioni o trapelazioni di brevetti (datati e fini a se stessi), riguardo tutto ciò che gira intorno agli argomenti che trattiamo. In particolare, non scriviamo (e continueremo a non farlo) circa l'inesistente (almeno fino a prova contraria) dispositivo del rilancio di Microsoft nel settore (o nuovo settore) Mobile.

Il motivo per cui, in questa domenica di autunno inoltrato, titoliamo un articolo includendo il riferimento ad Andromeda (smartphone o dispositivo mobile, che dir si voglia, e non shell di WCOS) sta nel fatto che l'azienda di Redmond ha annunciato concretamente e ufficialmente 'qualcosa' di nuovo per un telefono, anche se è solamente un accessorio (e il telefono mostrato è abbondantemente superato).

L'annuncio è arrivato in questo mese di ottobre e l'accessorio è stato mostrato alla fiera UbiComp 2018, in quel di Singapore. Dunque, almeno per dovere di cronaca, ne parliamo.

Di cosa si tratta? Rivoluzione del settore? Dispositivo ultra mobile definitivo? Smartphone della linea Surface?

Macché. Microsoft Research ha presentato il risultato di lavori iniziati nel 2016 riguardo una cover in Alcantara, mostrata su un Lumia 640, dotata di un display e-Ink (a basso consumo e risoluzione) che può fungere da schermo supplementare o da tastiera, coadiuvando utente e display dello smartphone, durante l'esecuzione di normali attività e applicazioni.

Niente di speciale e, sopratutto, di nuovo. Niente Windows Core OS, niente shell di Sistema modulare, niente 2-in-1, 3-in-1, 4/5/6-in-1.

La cover Microsoft per smartphone è un accessorio simile ad altre centinaia presenti sul mercato per ogni brand o tipologia di dispositivo mobile.

Ne abbiamo viste diverse. Ricordiamo, ad esempio, la cover per smartphone Apple, illustrata nel post in evidenzia di seguito, pubblicato nell'aprile del 2015 (niente di meno).
Microsoft presenta così l'accessorio (ah, è in stato prototipale, fra l'altro):
Il nostro prototipo utilizza un modulo di visualizzazione e-ink flessibile preesistente. Per convenienza non abbiamo integrato un overlay touch; abbiamo invece incorporato cinque "pulsanti" touch nella parte inferiore del display. I pulsanti a sfioramento e il display si collegano ai circuiti di interfaccia aggiunti alla parte posteriore del telefono - un Lumia 640 - tramite cavi flat-flex che passano attraverso la "cerniera" del coperchio a scatto e un sensore di piegatura. La cover stessa è costituita da una cornice di tessuto soft-touch incollata a caldo sul display e sulla superficie posteriore di Alcantara utilizzando utensili riscaldati personalizzati.
Fermo restando che anche un solo accessorio, se ben fatto e di indubbia praticità, potrebbe far felici, se reso disponibile, gli ancora non pochi possessori di smartphone Microsoft e Lumia (anche solo per variarne un po' l'utilizzo, visto che le novità a livello di Sistema non ci sono più), sono ormai anni che ci si aspetta (o ci si aspetterebbe) ben altro tipo di annuncio da parte di certe divisioni di Redmond; ben altro di una cover in materiale pregiato.

Per il momento, che vi piaccia o no, questo è tutto. Microsoft Andromeda è una cover con display e-Ink. Speriamo di tornare presto a scrivere altro 'di Andromeda'.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License