Il nuovo Task Manager di Windows 10 versione 1803



Microsoft migliora ed arricchisce di nuove funzionalità il Task Manager del Sistema operativo per desktop e tablet.

Nuovo-task-manager-windows-10-1803
Il quinto Major Update di Windows 10, contraddistinto dal rilascio della versione 1803 del Sistema operativo, fra le tantissime novità, presenta aggiunte e miglioramenti al Task Manager, arricchito e reso più funzionale ad ogni aggiornamento delle funzionalità.

Dopo aver visto l'introduzione del monitoraggio della GPU, in Fall Creators Update, infatti, troviamo la presenza della nuova colonna Stato in Gestione attività, a partire dalla prima release del 2018.

Come tutte le migliorie più importanti e delicate, Microsoft ha iniziato da lontano e gradualmente a modificare il Task Manager di Windows 10, basandosi sulle modifiche a kernel e shell che, di riflesso, incidono su prestazioni ed attività del software.

Fu il rilascio di Anniversary Update (luglio 2016, rs1) ad indurre l'azienda a raddoppiare il quantitativo minimo di RAM installata in un dispositivo perché possa eseguire correttamente Windows 10 (da 1 a 2 GB), proseguendo con l'aggiunta di molti più processi in esecuzione in background e conseguente aggiunta di molte nuove voci presenti nel Task Manager in Creators Update (aprile 2017, rs2) e, sopratutto, in Fall Creators Update (ottobre 2017, rs3).
Con la versione 1803, Microsoft giunge a compimento di questo processo di evoluzione di software e strumenti di monitoraggio, aggiungendo la visualizzazione dello Stato di processi 'padri' e 'figli' in Task Manager, con i primi in esecuzione e i secondi in stato di sospensione, con un quantitativo minimo di risorse impiegate.

Aprendo Gestione attività (Destro su Start), in Windows 10 v1803, vedrete la nuova colonna e la nuova icona che indica la presenza di processi 'figli' in stato di sospensione, di fianco le voci interessate da tale situazione.

Nuovi-processi-task-manager
Potete visualizzare info e dettagli riguardo tutti i processi coinvolti durante l'utilizzo del vostro dispositivo in un preciso momento, attivi ed in stato di 'sonno'. Così come accade per i processi principali, anche quelli in sospensione possono essere terminati manualmente o trattati con tutte le possibilità classiche offerte dal Task Manager di Windows 10, agendo sulle singole voci evidenziate e con il tasto destro del mouse.

Per tutte le altre novità della versione 1803 di Windows 10, vi rimando alla nostra ampia e completa Sezione dedicata.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License