Top Nav

WhatsApp risponde alle tue domande sul Coronavirus contro le Fake News

mar 21, 2020

Iniziativa del servizio di messaggistica e dell'Organizzazione mondiale della sanità per aiutare gli utenti a restare informati su COVID-19.

WhatsApp risponde alle tue domande sul Coronavirus contro le Fake News
Dopo Il Centro Informazioni di Facebook e il sito Informazioni & Risorse di Google, anche WhatsApp lancia il suo nuovo servizio specifico per aiutare gli utenti di tutto il mondo a restare informati su tutto ciò che riguarda la diffusione del nuovo Coronavirus e mettersi al riparo dal dilagare delle Fake News di questo drammatico periodo dato dall'emergenza sanitaria.

In collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità, è attivo un numero che avvia una ChatBot su WhatsApp in grado di rispondere a dubbi e domande degli utenti su Covid-19.

Per iniziare la chat basta scrivere ed inviare Hi al numero +41 79 475 22 09.
Mentre la pandemia di Coronavirus si diffonde, le persone di tutto il mondo si rivolgono all'Organizzazione mondiale della sanità per ottenere informazioni e consigli sulla salute ufficiali e affidabili.

Oggi siamo estremamente lieti di annunciare il lancio dell'avviso di salute dell'Organizzazione mondiale della sanità su WhatsApp. Il nuovo servizio, che è gratuito, è stato progettato per rispondere alle domande del pubblico su Coronavirus e per fornire informazioni tempestive, affidabili e ufficiali 24 ore al giorno, in tutto il mondo. Ciò servirà anche ai decisori governativi fornendo gli ultimi numeri e rapporti sulla situazione.

Inizia facendo clic su WHO Health Alert, quindi scrivi semplicemente la parola "Ciao" in un messaggio WhatsApp per iniziare. Il servizio risponde a una serie di richieste e verrà aggiornato quotidianamente con le informazioni più recenti.

Puoi anche visitare l' hub di informazioni sul Coronavirus di WhatsApp su whatsapp.com/coronavirus e fare clic sul collegamento OMS sulla homepage per aprire una chat con l'avviso sulla salute dell'OMS se hai installato WhatsApp.

L' avviso sanitario dell'OMS fornirà informazioni ufficiali su argomenti come proteggersi dalle infezioni, consigli di viaggio e sfatare i miti di Coronavirus. Il servizio verrà inizialmente lanciato in inglese ma sarà disponibile in tutte e sei le lingue delle Nazioni Unite nelle prossime settimane (inglese, arabo, cinese, francese, russo e spagnolo).

Il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS, ha dichiarato: “La tecnologia digitale ci offre un'opportunità senza precedenti affinché le informazioni sulla salute vitale diventino virali e si diffondano più velocemente della pandemia, aiutandoci a salvare vite umane e proteggere i vulnerabili. Siamo orgogliosi di avere partner come Facebook e WhatsApp, che ci supportano nel raggiungere miliardi di persone con importanti informazioni sulla salute".

Da febbraio, WhatsApp ha contattato decine di governi per assistere i loro sforzi nel fornire informazioni accurate al pubblico. L' OMS Health Alert è l'ultima ONG ufficiale o helpline del governo che sarà disponibile su WhatsApp, unendosi al governo di Singapore, al Ministero della salute israeliano, al Dipartimento della sanità del Sudafrica e a KOMINFO Indonesia. Stiamo lavorando attivamente per lanciare servizi locali anche con altri paesi.

All'inizio di questa settimana WhatsApp, in collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità, l'UNICEF e l'UNDP, ha lanciato l' hub di informazioni sul coronavirus di WhatsApp , per fornire una guida semplice e fruibile per operatori sanitari, educatori, leader di comunità, organizzazioni no profit, governi locali e imprese locali che si affidano a WhatsApp per comunicare. Il sito offre anche suggerimenti e risorse generali per gli utenti di tutto il mondo per ridurre la diffusione di voci e connettersi con informazioni accurate sulla salute.

WhatsApp ha anche annunciato una sovvenzione di $ 1 milione alla Rete internazionale di controllo dei fatti per supportare la verifica dei fatti per l'Alleanza #CoronaVirusFacts, per riferire di voci che potrebbero circolare su vari servizi di messaggistica tra cui WhatsApp o SMS.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio