Top Nav

[Attivo] Coronavirus, Facebook lancia il suo Centro Informazioni

mar 20, 2020

Facebook cerca di tutelare i suoi 2 miliardi di iscritti implementando una sezione specifica per informare sull'emergenza sanitaria da Covid-19.

Coronavirus, Facebook lancia il suo Centro Informazioni
Aggiornamento marzo 20, 2020 - Come promesso e come anticipato nella giornata di ieri nella stesura originaria (a seguire) di questo articolo, in meno di 24 ore Facebook ha abilitato in Italia e nelle altre nazioni annunciate il suo Centro Informazioni sul COVID-19.

Si accede alla pagina specifica che è possibile seguire per avere sul proprio News Feed notizie da fonti affidabili e governative sull'evoluzione della pandemia cliccando sulla nuova voce presente in testa alle opzioni della barra laterale sinistra di Facebook, subito sotto il proprio nome utente.

[Attivo] Coronavirus, Facebook lancia il suo Centro Informazioni

Articolo originale - marzo 19, 2020 - Per combattere fake news e disinformazione dilagante, Facebook ha annunciato l'arrivo del suo Centro Informazioni a beneficio di tutti gli utenti delle nazioni più interessate dall'emergenza sanitaria in corso (Italia compresa).

Messaggi di informazione certa, con dati reali e aggiornati, novità da parte dei governi, info su chiusure scuole ed attività, statistiche e quant'altro riguarda la diffusione del Coronavirus inizieranno ad apparire da queste ore in testa al News Feed di ogni utente in Italia, Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Francia e Spagna.
Mark Zuckerberg:
Lo stiamo progettando per essere molto adattivo in modo tale che i messaggi di giorno in giorno cambino da luogo a luogo.
Le persone devono essere convinte a seguire le regole e sapere ciò che sta accadendo.
Gli utenti possono anche seguire il Coronavirus Information Center per ricevere aggiornamenti dalle autorità sanitarie direttamente nel loro feed di notizie.

Fra le fonti, CDC e Organizzazione mondiale della sanità, ma anche notizie locali specifiche per ognuno o post di personaggi famosi che incoraggiano a seguire le regole (ci sarà anche una sezione separata 'Perché devi restare a casa') e non abbattersi.
Fonte: Facebook
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio