Top Nav

Smart Working e Mixed Reality, il futuro (prossimo) dei dipendenti Facebook

mag 22, 2020

Almeno la metà degli assunti dal Social Network di Zuckerberg continuerà ad operare da remoto affidandosi a tutta la tecnologia disponibile.

Smart Working e Mixed Reality, il futuro (prossimo) dei dipendenti Facebook
Se c'è un aspetto della nostra società moderna che la pandemia in corso da nuovo Coronavirus sta prepotentemente modificando, quello è sicuramente legato all'approccio da parte di aziende e lavoratori alle attività lavorative un tempo definite da ufficio ed oggi più che mai espletate quotidianamente via server sparsi per il globo.

Dopo Twitter, anche Facebook coglie il momento storico che stiamo attraversando annunciando che i propri dipendenti continueranno anche dopo l'emergenza sanitaria ad operare da remoto, con la ricerca abbinata a Mixed Reality come punto di arrivo prossimo per il lavoro del futuro.

Smart Working e Mixed Reality, il futuro secondo Facebook

Un grande lavoro è sempre stato sinonimo di grandi sfide: costruire prodotti migliori, raggiungere nuovi clienti e navigare nei mercati in evoluzione. Indipendentemente dall'azienda o dall'industria, il successo di qualsiasi prodotto o impresa dipende dalle persone e dagli strumenti che usano per svolgere il lavoro. Ma cosa succede quando i nostri strumenti non ci aiutano più a fare il nostro lavoro? Email, chat e video sono la spina dorsale della maggior parte delle aziende di oggi, ma stanno lottando per tenere il passo con una forza lavoro sempre più distribuita.

La collaborazione a distanza richiede connessioni in tempo reale, visione e contesto condivisi e un forte senso di comunità. Qui su Facebook, stiamo esaminando la prossima piattaforma informatica - alimentata dalla realtà aumentata e dalla realtà virtuale - per fornire gli strumenti e le esperienze di cui abbiamo bisogno per il futuro del lavoro.

Immaginiamo un ambiente di lavoro virtuale dinamico ancorato da un'autentica presenza sociale. I dispositivi di nuova generazione offrirebbero alle persone spazi di lavoro infiniti con schermi virtuali, lavagne e altri strumenti visionari configurabili. Potresti lavorare da solo o collaborare in una sala riunioni persistente con colleghe remote come se stessi condividendo lo stesso spazio fisico e con tutta la sfumatura della conversazione di persona.

Trasformare questa visione del posto di lavoro di domani in realtà è uno dei nostri più grandi obiettivi su Facebook. Abbiamo compiuto passi significativi verso questo obiettivo con nuove esperienze basate sulle tecnologie di oggi. Stiamo anche costruendo lo stack tecnologico e gli strumenti necessari per fare un salto di qualità in avanti verso la prossima piattaforma informatica e una nuova realtà, in cui viaggiare per lavoro è facoltativo e la carriera di una persona è dettata dalle sue scelte, non dalla geografia.

Rimboccandoci le maniche 

La nostra strategia è duplice: progettare soluzioni per oggi e gettare le basi per domani. Workplace, Portal e Oculus for Business rappresentano questa spinta iniziale. Stiamo utilizzando hardware e software per trasformare il modo in cui i dipendenti si connettono in remoto tra i team distribuiti. Il futuro del lavoro richiede una connettività senza soluzione di continuità tra i dispositivi per garantire che tutti i dipendenti (non solo gli innovatori e i primi utenti) saranno in grado di trarne vantaggio.

La nostra strategia è duplice: progettare soluzioni per oggi e gettare le basi per domani.
Con Workplace , le aziende di tutti i settori collaborano come mai prima e producono risultati migliori. Con oltre 5 milioni di utenti pagati (e contando) su Workplace, vediamo un vero e proprio movimento di movimento. Fornendo a tutti i lavoratori le informazioni e gli strumenti più recenti, stiamo aiutando le aziende a creare team più forti e promuovere relazioni più significative sul posto di lavoro. Il video è un modo sempre più importante in cui le persone collaborano più strettamente sul posto di lavoro; combinato con hardware dedicato, i suoi vantaggi diventano chiari.

I team che si collegano tramite Workplace on Portal si sentono più coinvolti e immersi nelle loro interazioni quotidiane, grazie alla Smart Camera e allo Smart Sound basati su AI. Più che comunicazioni asincrone, il portale consente alle persone di creare relazioni più solide e opportunità di collaborazione fortuita. Workplace Live e Workplace Rooms sono due nuove funzionalità che offrono il tipo di connessione che le persone sentono quando lavorano insieme fisicamente, dove il tuo laptop è gratuito per il multitasking e puoi essere più produttivo mentre sei in remoto. 

Se il video ci mostra la forza dei display 2D, VR e Oculus for Business dimostrano il potenziale di immersione e presenza 3D. La realtà virtuale offre esperienze all'avanguardia per aziende come Nestlé Purina e Stantec, che ridefiniscono le nove-cinque, con un impatto misurabile sulle prestazioni e sulla soddisfazione del lavoro attraverso incontri migliori, formazione efficace e collaborazione significativa. Tutto ciò porta a risultati migliori per aziende, lavoratori e clienti. Workplace è anche alla base di Oculus for Business, che consente alle aziende di distribuire flussi di lavoro basati su VR in modo economico e su vasta scala, senza interrompere le attività quotidiane. Attraverso lo stack con soluzioni di prima parte, app di sistema e servizi, stiamo esplorando attivamente come aiutare meglio i nostri clienti e partner a consentire la collaborazione in VR.

Insieme, questi prodotti stanno rimodellando il modo in cui il lavoro viene svolto, ma c'è ancora una lunga strada da percorrere. Le e-mail e le videochiamate non vanno da nessuna parte e ci aspettiamo che le persone passino da una superficie all'altra a seconda delle loro esigenze. Dal mobile al desktop al portale, alla realtà virtuale e infine all'AR, stiamo guardando avanti e gettando le basi per un passaggio monumentale che aiuterà tutti noi a fare del nostro meglio.

Costruire per domani 

Abbiamo iniziato a esplorare modi per abilitare gli strumenti di produttività sulla piattaforma Quest. La piattaforma VR del futuro deve consentire alle persone di eseguire il multitasking in modo efficiente, navigare senza problemi tra le app e connettersi facilmente con gli altri. La piattaforma VR di domani dovrebbe migliorare gli strumenti di oggi, ma, cosa più importante, dovrebbe consentire modi di lavorare completamente nuovi. Al centro di questa nuova esperienza c'è uno spazio di lavoro flessibile e infinito che consentirà a team e individui di definire il loro ambiente di lavoro da qualsiasi parte del mondo.

Come primo passo, abbiamo recentemente lanciato la nuova esperienza di sistema Quest con un menu universale riprogettato che consente il multitasking con più finestre del browser, una migliore commutazione delle app e un accesso più semplice alle impostazioni principali. Abbiamo anche abilitato la possibilità di scegliere Passthrough come sfondo durante l'utilizzo di Oculus Browser o altre app di sistema in modo da poter rimanere al corrente di ciò che ti circonda mentre navighi sul Web, chatti con gli amici o guardi video mentre indossi Quest.

Smart Working e Mixed Reality, il futuro (prossimo) dei dipendenti Facebook

Abbiamo lavorato per espandere ulteriormente queste idee. In futuro, potremmo creare uno spazio di lavoro potenziato super potenziato con più schermi personalizzabili in VR, senza limiti dai limiti dei monitor fisici. Sfrutterebbe tecnologie come Passthrough per creare un'esperienza di produttività in realtà mista che consente alle persone di passare da un mondo reale a uno virtuale e in qualsiasi momento, migliorando la consapevolezza spaziale e offrendo la flessibilità a cui siamo abituati con laptop e altri dispositivi comuni. Combinando la flessibilità di nuovi input come il tracciamento manuale con la familiarità dei dispositivi di input quotidiani come una tastiera e un mouse, potremmo offrire alle persone il meglio di entrambi i mondi.

Questa nuova demo di concetto mostrata qui ti dà un assaggio di come potrebbe essere. Con una perfetta integrazione desktop e funzionalità social in rete, potresti essere produttivo da qualsiasi parte del mondo e sederti a fianco dei colleghi praticamente - un nuovo modo di fare le cose.


Progressi nella presenza sociale 

Alla base di questo salto di qualità c'è una vera presenza sociale. Cioè, collaborazione autentica e realistica tra persone e colleghi in un ambiente virtuale, in cui chiunque può manipolare oggetti (reali e virtuali) usando le mani e il senso del tatto. Gli avatar trasmettono emozioni complesse con tutta la sottigliezza dell'espressione umana e l'audio delle voci e di altre fonti sembrerebbe come fanno nel mondo reale. A distanza di molti anni, questa è un'impresa enorme che richiede una tecnologia rivoluzionaria nei settori dell'intelligenza artificiale, della visione artificiale, dell'audio spaziale e della grafica 3D.
Avatar di codecsono una delle pietre miliari necessarie per una maggiore presenza sociale. Utilizzando una nuova tecnologia di acquisizione e sistemi di intelligenza artificiale, Codec Avatars potrebbe consentire alle persone in futuro di creare avatar virtuali realistici di se stessi in modo rapido e semplice, aiutando le connessioni sociali in VR a diventare naturali e familiari come quelle del mondo reale. Oggi, gran parte della sfumatura umana che sperimentiamo ogni giorno viene persa mentre si lavora in remoto. Per molti, questo danneggia le relazioni di lavoro e il flusso creativo tra le persone. Sappiamo che le persone si sentono più isolate. È più difficile stabilire nuove relazioni o collaborare a progetti ambigui. Costruire Avatar Codec è una sfida tecnica incredibilmente complessa, ma il nostro obiettivo non potrebbe essere più semplice. Si tratta di fare interazioni con le persone in VR, e infine in AR, naturale e senza sforzo come lo sono con qualcuno proprio di fronte a te.


Stiamo anche lavorando sodo per far avanzare la tecnologia per consentire un migliore monitoraggio della mano. Dal gesticolare e dalla comunicazione alla manipolazione di oggetti di uso quotidiano, le nostre mani svolgono un ruolo essenziale nel modo in cui interagiamo con il mondo. Sono fondamentali per sbloccare la presenza reale in uno spazio virtuale e nel mondo che ci circonda. Il tracciamento manuale su Quest, come menzionato sopra, è un primo esempio di ciò che la visione del computer e l'apprendimento profondo possono raggiungere. Con un SDK, gli sviluppatori stanno già esplorando il potenziale per consentire gesti più espressivi ovunque, dalle sale riunioni alle simulazioni chirurgiche. Nella ricerca, stiamo esplorando i progressi nell'ottica per un senso di fisicità più ricco e realistico.

La presenza sociale richiede un altro ingrediente importante: il suono. In particolare, richiede una tecnologia chiamata audio spaziale. Oggi, quando chiami amici o colleghi, le loro voci sembrano provenire dal telefono stesso. Se indossi le cuffie, potrebbe sembrare che le loro voci provengano dal centro della testa. Il tuo cervello rifiuta l'idea che la persona che parla sia fisicamente presente nella tua stessa stanza. L'audio spaziale imita le direzioni da cui provengono i suoni nella vita reale e rende un'esperienza incredibilmente convincente - una che devi ascoltare per credere.

Dopo anni di ricerca, siamo riusciti a distribuire la nostra prima soluzione audio spaziale nel 2017, su Oculus SDK, e un anno dopo abbiamo distribuito tecnologie di simulazione acustica che rendono gli ambienti VR ancora più credibili. Questa tecnologia audio spaziale era un passo avanti rispetto all'intero settore. Da allora, i nostri team di ricerca hanno lavorato per simulare l'acustica di una stanza reale per creare un'esperienza ancora più realistica. Poiché la forma dell'orecchio cambia il modo in cui percepisci il suono, i nostri ricercatori e ingegneri stanno anche esplorando come personalizzare l'audio spaziale per ogni individuo. Condivideremo di più su questa ricerca nei prossimi mesi, ma ecco un'anteprima.


Il futuro del lavoro   

Quando pensiamo al futuro del lavoro, queste innovazioni negli strumenti di produttività sono solo l'inizio. Ciò che viene dopo è dove avviene la vera trasformazione. La realtà virtuale e la realtà aumentata rappresentano un modo migliore per le persone di connettersi e costruire relazioni tra loro e il mondo che li circonda. Un mondo con meno schermi, dove il pendolarismo significa indossare o togliere le cuffie e passare meno tempo a scegliere tra lavoro e famiglia. Consentirà alle persone di lavorare insieme in modi che oggi non sono possibili, portando a nuove idee e nuovi sforzi nel campo dell'intrattenimento, dell'istruzione e oltre. C'è una lunga strada da percorrere, ma siamo entusiasti di condividere dove siamo oggi e ancor più entusiasti di condividere la nostra visione per il futuro.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio