Top Nav

Niente più Windows 10 a 32-bit a partire dalla Versione 2004

mag 14, 2020

Svolta nella distribuzione di nuove versioni del Sistema operativo Microsoft per l'installazione su nuovi dispositivi.

Niente più Windows 10 a 32-bit a partire dalla Versione 2004
Nessuna grande sorpresa per una decisione ovvia e dettata dagli attuali standard raggiunti dalla ricerca informatica, ma le tempistiche che hanno portato Microsoft ad annunciare l'inizio della fine per il supporto alle architetture a 32-bit non sembravano certamente rientrare nell'attualità di questo periodo.

Niente più Windows 10 a 32-bit a partire dalla Versione 2004. 

È ciò che emerge con l'ufficialità dei requisiti minimi hardware che i nuovi dispositivi dovranno possedere per poter eseguire i nuovi file del Sistema operativo Microsoft.

La Versione 2004 di Windows 10, disponibile pubblicamente con il nono aggiornamento delle funzionalità, May 2020 Update, sarà inviata ai produttori OEM solamente a 64-bit.
Questo non vuol dire che coloro che hanno dispositivi e copie di Windows 10 a 32-bit dovranno rinunciare alle nuove funzionalità o a mantenere sicuri ed efficienti software ed hardware. 
Microsoft continuerà a supportare attivamente tutte le precedenti release di Windows 10 sui dispositivi esistenti, indipendentemente dalla loro architettura.
Da Windows 10 Versione 2004, tutti i nuovi sistemi Windows 10 dovranno utilizzare build a 64-bit e Microsoft non rilascerà più build a 32-bit per la distribuzione OEM. Questo non ha alcun impatto sui sistemi a 32-bit dei clienti che sono fuori con le versioni antecedenti la 2004 di Windows 10. Microsoft si impegna a fornire aggiornamenti delle funzionalità e della sicurezza su questi dispositivi, compresa la disponibilità continua dei supporti a 32-bit nei canali non OEM per garantire i diversi scenari di installazione degli aggiornamenti.
In pratica, non troveremo più nei negozi nuovi PC a 32-bit nei prossimi tempi, ma coloro che eseguono copie di Windows 10 con tale architettura non avranno nulla da temere per le prossime stagioni.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio