Windows 10 non installa più in automatico Aggiornamenti delle funzionalità




Microsoft rinuncia all'installazione automatica di nuove versioni di Windows 10 per tutto il periodo di supporto ufficiale di ogni release.

Windows-10-non-installa-in-automatico-aggiornamenti
Feedback costanti degli utenti, lamentele, produttori che fanno fatica a sostenere messa a punto e rilascio costante di nuovi driver, quanto accaduto con l'aggiornamento autunnale, ed altro, hannno spinto Microsoft a decidere di non fornire più in automatico nuovi aggiornamenti delle funzionalità agli utenti di tutte le edizioni di Windows 10. A partire da May 2019 Update, settimo aggiornamento delle funzionalità a Windows 10, la ricerca, il download e l'installazione dei file della nuova versione 1903 avverranno solamente su richiesta dell'utente, con azione manuale in Windows Update (Verifica disponibilità aggiornamenti).

Come per gli aggiornamenti cumulativi di tipo C e D, dunque, anche per i Major Update bisognerà scegliere e decidere autonomamente di cercare ed avviare il download dei pacchetti, confermando di voler procedere all'installazione, a download avvenuto.

Da questo momento storico, duqnue, Windows Update cercherà ed installerà in automatico solamente aggiornamenti di sicurezza (giornalieri per l'antivirus integrato) e di qualità (mensili per stabilità e correzioni, Adobe e Rimozione malware), oltre a nuovi driver di periferica specifici ed eventuali patch a risoluzione di problemi improvvisi e non previsti alla versione di Windows in esecuzione.

Nei dispositivi più recenti, in Windows Update, come abbiamo visto nel precedente Articolo, ci sarà una nuova area di notifica che avvisa della disponibilità di un nuovo Major Update. L'utente potrà decidere se avviare o meno la procedura di download ed installazione.

Installa-Major-Update-manualmente

Aggiornamenti delle funzionalità saranno scaricati in automatico solamente a fine supporto ufficiale di ogni release di Windows 10 (18 o 30 mesi, in base all'edizione e al periodo di rilascio).
Il cambiamento deciso da Microsoft ha connotati storici, almeno per la ancor breve eistenza di Windows 10, dando ulteriormente modo agli utenti consumer di utilizzare il Sistema senza preoccuparsi di ciò che c'è da fare per il suo corretto funzionamento, visto che pensa a tutto il Sistema stesso. Windows Update può tranquillamente non essere aperto almeno per 18 mesi, avendo la certezza che gli aggiornamenti importanti e di sicurezza saranno scaricati ed installati tutti ed in automatico e che una notifica informerà della necessità di passare ad una versione successiva di Windows 10 solo in prossimità della fine del supporto ufficiale. Beneficeranno di tale opzione anche le versioni 1803 e 1809, a partire dalla fine del prossimo mese (maggio 2019).

Ricordiamo, infine, che anche cliccando il tasto Verifica disponibilità aggiornamenti, in Windows Update, si ha la possibilità di rimandare per un massimo di 35 giorni il download degli aggiornamenti, anche nelle edizioni Home, sempre a partire da May 2019 Update.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License