Feature ancora in discussione in Windows 10 May 2019 Update




Microsoft sembra intenzionata a portare avanti A/B test nel nuovo aggiornamento delle funzionalità sino al suo rilascio pubblico.

Feature-in-discusiione-windows-10-may-2019-update
Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad annunci da parte di Microsoft che hanno delineato nuovi scenari per gli aggiornamenti di Windows 10, con modalità e tempistiche di rilascio dell'ottava versione del Sistema, in arrivo per tutti a partire dalla fine di maggio con May 2019 Update.

Come abbiamo visto, Microsoft testerà i bit finali della versione 1903 per un mese intero (o anche di più) in Release Preview, prima di iniziare la distribuzione mainstream; situazione diametralmente opposta a ciò che è avvenuto con il precedente Major Update di ottobre 2018, con l'anello più sicuro del Programma Insider snobbato completamente (prima del burrascoso ritiro della distribuzione).
Le settimane di test e di rilascio di eventuali nuovi aggiornamenti cumulativi in Slow Ring e Release Preview che ci attendono (Fast Ring sarà presto occupato da 20H1) serviranno a Microsoft per decidere, controllando l'interazione ottimale con il resto della struttura del software, se inserire o meno alcune feature che, allo stato dei fatti, sono ancora in discussione in Windows 10 versione 1903.

Nulla di eclatante, ma ciò che ci troviamo di fronte è simile a ciò che è accaduto in passato per feature inserite e poi rimandate alla versione successiva o non più riprese nello sviluppo (Timeline, Sets...). Ci sono feature annunciate (e mai ritirate ufficialmente) che ancora non sono inserite nella totalità dei dispositivi e che, anzi, scompaiono anche in copie Insider che prima ne erano regolarmente fornite. Basta fare anche un cambio di Ring (da Fast a Slow) e alcune funzionalità che fanno parte del Changelog completo di May 2019 Update non sono più presenti.
Parliamo, ad esempio, del nuovo banner superiore, header con nuove indicazioni riassuntive e link a servizi, inserito nella Home delle Impostazioni di Windows o dell'apertura automatica al semplice passaggio del mouse dei menu hamburger di Start e Cortana.

Apertura-automatica-menu
Le due aggiunte/funzionalità sembrano in A/B test perenne. Disponibili su molte configurazioni che eseguono le ultime versioni Insider di Windows 10 19H1, non presenti in molti altri dispositivi con le stesse Build installate.

Banner-superiore-impostazioni
Il mese aggiuntivo di raccolta feedback e dati telemetrici servirà a Microsoft, dunque, anche per correggere situazioni e decidere se inserire feature ancora in discussione in Windows 10 May 2019 Update, protagoniste ancora di conflitti software con il resto dei nuovi file o non ancora accettate completamente da chi dovrà firmare i bit definitivi.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License