Top Nav

[Aggiornato] Microsoft risolve il bug di ottimizzazione disco in Windows 10

set 4, 2020

Nella Versione 2004 ma anche in 20H2.

Dopotutto, Microsoft ignora il bug di ottimizzazione disco in Windows 10
Aggiornamento settembre 4, 2020 - Speriamo di aggiornare per l'ultima volta questo articolo (non ci giurerei, in realtà) segnalandovi che sembrano definitivamente risolti i problemi legati alla continua azione di analisi e ottimizzazione dell'unità disco da parte del sistema di manutenzione automatica di Windows 10. L'aggiornamento rilasciato nelle scorse ore per il ramo stabile fissa in toto il bug nella Versione 2004, mentre l'ottimizzazione dei file in background ha impiegato qualche giorno (ho atteso personalmente per verificare ed essere certo, prima di scrivere) per fixare il bug anche nella Versione 20H2, in distribuzione nel Canale Beta del circuito Insider.

Aggiornamento agosto 30, 2020 - Aggiorniamo nuovamente questo articolo per segnalare che le indicazioni fornite da Microsoft nel changelog degli ultimi cumulativi sono inesatte e che il bug di ottimizzazione disco in Windows 10 versioni 2004 e 20H2, pur se mitigato in parte, non è ancora stato risolto.

In Deframmenta e ottimizza unità, come vi avevamo riportato nel precedente aggiornamento, non appare più l'indicazione Mai eseguita ma è presente la data dell'ultima azione del tool. 

Il bug è stato risolto solamente nella forma, non nella sostanza.

Esattamente com'era fin dall'inizio, il malfunzionamento porta all'analisi e all'ottimizzazione dell'unità ogni giorno, ignorando le impostazioni di frequenza (settimanale di default o settata manualmente dall'utente), stressando quotidianamente ed inutilmente il disco.

[Agg. NO] Microsoft risolve il bug di ottimizzazione disco in Windows 10
Screenshot preso dal medesimo PC di quello successivo, due giorni dopo. Frequenza impostata: Settimanale.

Problema grave che mina uno degli elementi distintivi e più importanti di Windows 10, la Manutenzione automatica del Sistema. Ancor più grave è che Microsoft non riesca a risolverlo dopo mesi e mesi trascorsi dalle prime segnalazioni. Attendiamo sviluppi.

Aggiornamento agosto 28, 2020 - Microsoft ha finalmente fixato il bug di ottimizzazione disco in Windows 10, presente nella Versione 2004 fin da metà del lungo ciclo di sviluppo dello step 20H1 ed ereditato anche dalla prossima Versione 20H2, attualmente nel Canale di ricezione Beta del circuito Insider e pronta per il rilascio pubblico a partire dalle prossime settimane.

Gli ultimi aggiornamenti cumulativi per le due versioni del Sistema operativo rilasciati nelle scorse ore risolvono l'anomalia che indicava erroneamente come 'Mai eseguita' l'analisi e l'ottimizzazione dell'unità disco del dispositivo ospitante. La funzionalità è adesso perfettamente funzionante con azione automatica che avviene secondo i settaggi predefiniti o scelti manualmente dall'utente.

Microsoft risolve il bug di ottimizzazione disco in Windows 10

Articolo originale - agosto 8, 2020 - Microsoft continua a tacere su uno dei bug più fastidiosi e potenzialmente più gravi registrati e segnalati dagli utenti nella nuova Versione 2004 di Windows 10. Stiamo parlando dello strumento di analisi e ottimizzazione disco che continua a mostrare l'indicazione Mai eseguita in Deframmenta e ottimizza unità, ignorando tutte le indicazioni del software riguardo impostazioni sulla frequenza di azione e del reale stato di ottimizzazione della Manutenzione automatica.
Nella Versione 2004 ma anche in 20H2.
Segnaliamo che il bug è presente anche in Windows 10 20H2 (Versione 2009), step del Sistema che è basato sul codice dell'attuale release stabile, con l'aggiunta di alcune nuove introduzioni.

Gli aggiornamenti facoltativi che portano le versioni in questione di Windows 10 alle Build .423 e che saranno disponibili in automatico nel patch tuesday di agosto non mitigano il malfunzionamento, pur intervenendo sulla gestione degli spazi di archiviazione, risolvendo quantomeno l'errato comportamento delle build iniziali.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio