Tokyo 2020: taxi a guida autonoma per le Olimpiadi (video)



In Giappone partono i test per portare taxi a guida autonoma fra le strade cittadine in occasione dei giochi olimpici del 2020.

Tokyo-2020-taxi-guida-autonoma-Olimpiadi
Le Olimpiadi di Tokyo 2020 si preannunciano come le migliori di sempre, dal punto di vista del numero di discipline sportive che saranno presenti, organizzazione, impianti all'avanguardia e livello di tecnologia al servizio di atleti e spettatori mai registrato in precedenti manifestazioni di carattere internazionale.

ZMP e Hinomaru Kotsu, rispettivamente fondo di investimento e operatore per il trasporto urbano nipponico, hanno dato il via alla sperimentazione di taxi a guida autonoma per le strade di Tokyo, in grado di far viaggiare passeggeri su tragitti prestabiliti a bordo di vetture monovolume Toyota, con un conducente che è al posto di guida ma solamente per intervenire in caso di emergenze o inconvenienti improvvisi.
Le vetture hanno comparti software/hardware installati che consentono la gestione di volante, pedali, motore e quant'altro utile a guidare in autonomia ed accogliere prenotazioni e pagamenti degli utenti.

Prenotazioni, pagamenti e sblocco delle portiere che avvengono via app specifica per smartphone e tablet, con corse che costano 11,50 euro, su tragitti di circa 5 KM fra un paio di quartieri della metropoli giapponese.

Toyota ha investito 500 milioni di dollari nella società Uber per avere l'integrazione dell'app statunitense al servizio della propria tecnologia, prevedendo una sensibile diminuzione di veicoli privati e intasamenti durante le Olimpiadi di Tokyo del 2020, con un buon numero di taxi a guida autonoma al servizio di turisti e delegazioni sportive.

Articolo di HTNovo
Creative Commons License