Come abilitare la protezione delle cartelle di Windows in OneDrive



Microsoft rende disponibile per tutti gli utenti la protezione delle cartelle di Windows nel suo servizio di cloud storage.

Abilitare-protezione-avanzata-onedrive
Microsoft annuncia la disponibilità per tutti gli utenti Windows della possibilità di abilitare la protezione delle cartelle in OneDrive (via The Verge).

Precedentemente, la funzionalità era disponibile solamente per gli utenti OneDrive for Business o sottoscrittori di abbonamenti Microsoft Office.
Da oggi, tutti gli utenti di Windows 7, 8/8.1 e 10 possono attivare la protezione avanzata delle loro cartelle nel servizio di cloud storage Microsoft.

In questa maniera, i dati importanti del dispositivo contenuti nelle varie cartelle sono immuni da attacchi malware e possono essere visualizzati da qualsiasi dispositivo con accesso al proprio Account Microsoft.
Aggiornando il client desktop di OneDrive all'ultima versione disponibile, potrà essere visualizzato il prompt che invita ad abilitare la protezione delle cartelle. Protezione che sarà abilitata di default nei nuovi dispositivi o dopo nuove installazione del Sistema operativo.

Per attivarla manualmente, agite nella maniera seguente.

Abilitare la protezione delle cartelle di Windows in OneDrive

Cliccate sull'icona di OneDrive nella taskbar del vostro Windows 10 desktop e cliccate su Altro (i tre puntini) quindi su Impostazioni, per aprire la finestra di dialogo.

Nella finestra delle Impostazioni, selezionate la sezione Salvataggio automatico e scegliete di salvare le cartelle in OneDrive, dai menu a tendina sulla destra di ogni voce. Per impostazione predefinita sono settate per il salvataggio in locale.

Abilitare-protezione-onedrive-cartelle
Questo è ciò che è disponibile in questo momento per gli utenti consumer. Con il rilascio degli aggiornamenti di cui sopra, nella scheda Salvataggio automatico troverete il nuovo pulsante Aggiorna cartelle che mostrerà ciò che verrà salvato e protetto sul cloud (Desktop, Documenti, Immagini). Potrete quindi cliccare su Avvia la protezione, per iniziare a proteggere file e cartelle scelte.

Attualmente, le nuove opzioni sono in faso di rilascio per tutti gli utenti, partendo da un numero ristretto di iscritti al Programma Insider di Windows 10. Non è possibile aggiornare manualmente, in quanto la nuova versione non è stata pubblicata nella pagina Microsoft degli update di OneDrive.

Aggiorneremo l'articolo quando sarà possibile ottenere, almeno manualmente, le nuove funzionalità.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License