I miglioramenti dell'indicizzazione in Windows 10 Fall Creators Update



La nuova versione del Sistema operativo di casa Microsoft presenta un sostanziale miglioramento all'algoritmo di ricerca.

Migliore-indicizzazione-Windows-10-FCU
Fra i limiti delle prime versioni di Windows 10, fin dal suo lancio, avvenuto nell'estate del 2015, vi è sicuramente l'indicizzazione dei file presenti nel Sistema e nei dispositivi ospitanti, con la ricerca che poteva risultare incompleta o rimandare troppo spesso al Web e all'apertura del browser predefinito.

L'indicizzazione dei contenuti in Windows 10 consente di memorizzare in background, con bassissimo impatto sul Sistema, al pari della Manutenzione automatica, il percorso dei file presenti, per un rapido accesso agli stessi dal Menu Start, Cortana o Esplora file.
Proprio l'introduzione dell'Intelligenza Artificiale ne 'L'ultimo Windows', ha portato conflitti alla buona resa dell'indicizzazione di file da parte del Sistema operativo, che, ricordiamo, non è esclusiva di Windows 10 ma è presente nel software Microsoft da Windows Vista, sulle ceneri, addirittura, dell'indicizzazione legacy di Windows Me (2000).

Un Tweet recente di Jen Gentleman, dipendente Microsoft, con relativa GIF animata, mostra, sinteticamente ma in maniera esaustiva, i miglioramenti dell'indicizzazione presenti in Windows 10 Fall Creators Update, con il gap, creatosi con l'introduzione di Cortana, nei confronti delle vecchie versioni di Windows, finalmente, colmatosi.
Nell'esempio postato da Jen, possiamo osservare come l'indicizzazione di un File sia immediata anche dopo averlo rinominato, eseguendo una ricerca specifica in Cortana.

Ancora un altro aspetto poco 'reclamizzato', dunque, presente nell'ultimo, grande Aggiornamento di Windows 10, Fall Creators Update, senza dubbio, il miglior Sistema operativo di sempre.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License