Microsoft rilascia nuove linee guida per avere un PC Windows 10 'altamente sicuro'



Con un nuovo documento pubblicato, l'azienda di Redmond aggiorna i requisiti software/hardware che un PC deve possedere per una protezione superiore.

Linee-guida-Microsoft-PC-sicuro
Con l'ultimo aggiornamento di Sistema, Microsoft ha aumentato il grado di sicurezza di dispositivi ospitanti Windows 10, introducendo nuove funzionalità e migliorando il Sistema di protezione integrato, già altamente efficiente fin dal lancio, avvenuto nell'estate del 2015.
Con un documento appena pubblicato, Microsoft rilascia nuove linee guida per mantenere un PC che esegue Fall Creators Update 'altamente sicuro', elencando, fra le righe, componentistiche hardware minime, protezione e aggiornamento Firmware, virtualizzazione, integrità dei codici, avvio protetto.
Volto principalmente alle aziende e alla protezione di grandi volumi di dati, il documento riguarda tutte le tipologie di device che eseguono la versione desktop/tablet di Windows 10.

In particolare, fra i requisiti hardware, Microsoft raccomanda le seguenti specifiche minime (via Neowin):

Processori: Processori Intel 7a generazione Core M3-7xxx e Xeon E3-xxxx, nonché Atom, Celeron e Pentium. 
Processori AMD 7a generazione: Serie A Ax-9xxx, Serie E Ex-9xxx e FX-9xxx.

Modulo piattaforma Trusted (TPM): versione 2.0, incluso Intel (PTT), AMD o TPM discreto da Infineon, STMicroelectronics, Nuvoton.

Platform Boot: Verificato in modo crittografico, vale a dire Intel Boot Guard in modalità di avvio verificato, AMD Hardware Verified Boot o una modalità equivalente OEM con funzionalità analoghe.

Lato Firmware:

Standard e Classe: Unified Extension Firmware Interface (UEFI) versione 2.4 o successiva, e Classe 2 o Classe 3.

Driver: deve essere compatibile con codice di integrità basato su Hypervisor (HVCI).

UEFI Secure Boot: deve essere abilitato per impostazione predefinita.

Meccanismo di aggiornamento: Deve supportare la specifica di aggiornamento della capsula firmware UEFI di Windows.

Trovate il Documento completo a questo indirizzo.

Le specifiche elencate non sono sicuramente comuni nella maggiorparte dei PC in commercio e, dunque, sono valide, in linea di principio, al fine di tracciare una base software/hardware comune e di partenza per poter sfruttare al meglio le nuove implementazioni di sicurezza disponibili nelle ultime versioni di Windows 10, assolutamente efficaci anche in configurazioni di livello inferiore, con il corretto utilizzo di utenti ed organizzazioni.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License