Microsoft Edge potrebbe automaticamente nascondere la navigazione su Siti per adulti



Un nuovo brevetto depositato da Microsoft consentirebbe di implementare nel browser di Windows 10 una tecnologia capace di non tenere traccia di Siti particolari.

Edge-nasconde-navigazione-siti-adulti
Microsoft Edge, come tutti gli altri browser, ha la propria Modalità di navigazione in incognito, utile agli utenti che non vogliono lasciare traccia sul dispositivo di proprie sessioni online o accedere ad un medesimo servizio con più account contemporaneamente.

Un brevetto depositato da Microsoft contiene informazioni circa una nuova tecnologia da implementare nel browser Edge che sarebbe in grado di determinare quando la navigazione dell'utente richieda l'eliminazione automatica dalla cronologia del browser, a sessione terminata, agendo non InPrivate ma con la modalità standard del software.
In sostanza, se un utente visita siti per adulti, ma anche d'informazione medica o particolari social e chat d'incontri, alla chiusura del browser, ripetiamo, in Modalità standard e non Privata, la sessione verrà eliminata e non rimarrà traccia nella cronologia di quei siti visitati durante la sessione.
Alcuni siti Web includono contenuti che un utente potrebbe non voler associare alla propria o al suo dispositivo. Pertanto, molti browser Web includono una "modalità privata" che consente a un utente di visualizzare un sito Web riducendo al minimo i dati conservati che possono essere utilizzati per indicare che lo stesso ha visitato il sito Web. Tipiche implementazioni in modalità privata, tuttavia, richiedono all'utente di avviare in modo proattivo la modalità privata in un browser prima di visitare un sito Web che deve essere rimosso da un dispositivo.
Secondo le implementazioni per l'Automazione della commutazione della modalità di navigazione qui descritte, vengono illustrate le tecniche per il passaggio automatico tra diverse modalità di navigazione, come il passaggio da una normale modalità di navigazione a una privata.
Edge-brevetto-automatico-privato
Attualmente non ci è dato sapere se e quando AUTOMATION OF BROWSING MODE SWITCHING, questo il nome della tecnologia associata al brevetto, sarà realmente disponibile in Microsoft Edge, né, tantomeno, abbiamo la certezza della reale efficienza del suo funzionamento.
Via: MSPU
Articolo di HTNovo
Creative Commons License