Top Nav

Coronavirus, i dati di Google sugli spostamenti

apr 3, 2020

Google pubblica e aggiorna i dati derivati da Maps riguardanti gli spostamenti dei cittadini delle diverse nazioni del mondo in epoca Covid-19.

Coronavirus, i dati di Google sugli spostamenti
Google ha deciso di pubblicare ed aggiornare periodicamente i dati sugli spostamenti delle persone in questo drammatico periodo segnato dall'emergenza Coronavirus. I dati raccolti dal servizio Maps, anonimi e aggregati, mostrano in grafici le tipologie di spostamento della gente dalla propria abitazione, differenziando i luoghi di partenza, transito e arrivo (casa, lavoro, supermercato, ospedale). Rispettando la privacy di tutti, le pubblicazioni di Google serviranno per avere un riscontro oggettivo sul rispetto delle misure di sicurezza e sull'obbligo di isolamento sociale imposto dai diversi governi ai cittadini di metà del pianeta.

I dettagli esposti da Google.

Mentre le comunità globali rispondono alla pandemia di COVID-19, c'è stata una crescente enfasi sulle strategie di salute pubblica, come le misure di allontanamento sociale, per rallentare il tasso di trasmissione. In Google Maps utilizziamo dati aggregati e anonimi che mostrano quanto sono occupati determinati tipi di luoghi, aiutandoci a identificare quando un'azienda locale tende ad essere la più affollata. Abbiamo sentito da funzionari della sanità pubblica che questo stesso tipo di dati aggregati e anonimizzati potrebbe essere utile in quanto prendono decisioni critiche per combattere COVID-19.
A partire da oggi pubblichiamo una versione anticipata dei nostri Rapporti sulla mobilità della comunità COVID-19 per fornire approfondimenti su ciò che è cambiato in risposta al lavoro da casa, al riparo sul posto e ad altre politiche volte ad appiattire la curva di questa pandemia. Questi rapporti sono stati sviluppati per essere utili nel rispetto dei nostri rigorosi protocolli e politiche sulla privacy.

I rapporti utilizzano dati aggregati e anonimizzati per tracciare nel tempo le tendenze dei movimenti per area geografica, attraverso diverse categorie di luoghi di alto livello come negozi al dettaglio e ricreativi, negozi di alimentari e farmacie, parchi, stazioni di transito, luoghi di lavoro e residenziali. Mostreremo le tendenze per diverse settimane, con le informazioni più recenti che rappresentano 48-72 ore prima. Mentre visualizziamo un aumento o una diminuzione del punto percentuale nelle visite, non condividiamo il numero assoluto di visite. Per proteggere la privacy delle persone, nessuna informazione personale identificabile, come la posizione di una persona, i contatti o il movimento, è resa disponibile in qualsiasi momento.

Rilasceremo questi rapporti a livello globale, coprendo inizialmente 131 paesi e regioni. Data l'urgente necessità di tali informazioni, ove possibile forniremo anche approfondimenti a livello regionale. Nelle prossime settimane lavoreremo per aggiungere altri paesi e regioni per garantire che questi rapporti rimangano utili ai funzionari della sanità pubblica in tutto il mondo che cercano di proteggere le persone dalla diffusione di COVID-19.



Oltre ad altre risorse che potrebbero avere i funzionari della sanità pubblica, speriamo che queste relazioni aiutino a supportare le decisioni su come gestire la pandemia di COVID-19. Ad esempio, queste informazioni potrebbero aiutare i funzionari a comprendere i cambiamenti nei viaggi essenziali che possono dare forma a raccomandazioni sull'orario di lavoro o informare le offerte di servizi di consegna. Allo stesso modo, le visite persistenti agli hub di trasporto potrebbero indicare la necessità di aggiungere ulteriori autobus o treni al fine di consentire alle persone che hanno bisogno di viaggiare in camera di spargersi per le distanze sociali. In definitiva, capire non solo se le persone viaggiano, ma anche le tendenze nelle destinazioni, può aiutare i funzionari a progettare una guida per proteggere la salute pubblica e le esigenze essenziali delle comunità.



Oltre ai Rapporti sulla mobilità della comunità, stiamo collaborando con epidemiologi selezionati che lavorano su COVID-19 con aggiornamenti a un insieme di dati aggregato e anonimo esistente che può essere utilizzato per comprendere e prevedere meglio la pandemia. Dati di questo tipo hanno aiutato i ricercatori a prevedere le epidemie , pianificare le infrastrutture urbane e di transito e comprendere la mobilità delle persone e le risposte ai conflitti e alle catastrofi naturali .

Tutele della privacy

I rapporti sulla mobilità della comunità sono basati sulla stessa tecnologia di anonimizzazione di livello mondiale che utilizziamo quotidianamente nei nostri prodotti. Per questi rapporti, utilizziamo la privacy differenziale , che aggiunge rumore artificiale ai nostri set di dati consentendo risultati di alta qualità senza identificare alcuna persona.

Le informazioni dettagliate vengono create con insiemi di dati aggregati e anonimi degli utenti che hanno attivato l' impostazione Cronologia delle posizioni, disattivata per impostazione predefinita. Gli utenti che hanno attivato la Cronologia delle posizioni possono scegliere di disattivare l'impostazione in qualsiasi momento dal proprio account Google e possono sempre eliminare i dati della Cronologia delle posizioni direttamente dalla propria linea temporale .

Sono tempi senza precedenti e continueremo a valutare questi rapporti man mano che riceviamo feedback da funzionari della sanità pubblica, gruppi della società civile, governi locali e la comunità in generale. Speriamo che queste intuizioni si aggiungano ad altre informazioni sulla salute pubblica che aiuteranno le persone e le comunità a rimanere in salute e al sicuro.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio