Libero e Virgilio Mail non funzionano

gen 31, 2023

Malfunzionamento diffuso dei server di ItaliaOnLine che interessa milioni di account.

Libero e Virgilio Mail non funzionano

Aggiornamento gennaio 31, 2023 - Come dimostrato nell'articolo con i dettagli aggiornati sulla situazione in tempo reale (link più in basso), nelle ultime ore c'è stato un miglioramento (leggero ma non ancora risolutivo) per Virgilio Mail, mentre resta assolutamente critica la situazione per gli account di Libero Mail, che nell'80% dei casi non funzionano ancora.
Aggiornamento gennaio 30, 2023 - Continuiamo a tenervi aggiornati anche qui parallelamente all'articolo con i dati. Libero e Virgilio Mail non funzionano ancora, nonostante nuovo comunicato di Italia Online che afferma che tutti gli account sono stati correttamente ripristinati.

Aggiornamento gennaio 29, 2023 - Libero e Virgilio Mail ancora non funzionano. Nessun miglioramento avutosi nella notte né nel corso di tutto il resto della giornata, con posta in arrivo e posta in uscita fuori servizio per la quasi totalità degli account, come abbiamo testimoniato nell'articolo parallelo, con gli aggiornamenti costanti. 

Aggiornamento ore 22:20, gennaio 28, 2023 - Come riportato anche nell'altro nostro articolo di riferimento per questa storia, Italia Online ha da poco pubblicato un nuovo comunicato per confermare che l'accesso via Web a Libero e Virgilio Mail è pienamente disponibile, con le app per Android e iOS che saranno totalmente ripristinate (per il login) a breve.

Le caselle di posta elettronica continuano, tuttavia, a non essere funzionanti (invio e ricezione posta) per la grande maggioranza degli account Libero e Virgilio Mail (sia su browser che su app).

Aggiornamento gennaio 28, 2023 - Come vi abbiamo riportato in mattinata nell'articolo con gli aggiornamenti costanti (link qualche paragrafo più in basso), Libero e Virgilio Mail non funzionano nemmeno oggi. Siamo ormai ad una settimana di down dei server che gestiscono la posta di quasi 9 milioni di utenti. Scarne le comunicazioni di Italia Online. L'ultimo avviso, con tanto di indicazioni di faq ufficiali e di numero verde per assistenza, è della giornata di ieri. Eccolo:

Desideriamo aggiornare i nostri utenti sulla evoluzione della situazione. L’attività di fix sul bug del sistema operativo che ha generato il disservizio è stata completata dal vendor.

Questo significa, per i nostri utenti, che prosegue il progressivo ritorno al normale funzionamento delle caselle mail di Libero e Virgilio. Una parte della nostra utenza ha potuto rientrare nella disponibilità della propria posta elettronica, mentre la restante parte potrà progressivamente accedere e utilizzare i servizi delle caselle di posta nelle prossime ore.

In queste ore di ritorno alla normalità, è fisiologico un rallentamento delle riaperture a causa del carico di traffico accumulato nei giorni scorsi.

Continueremo a comunicare attraverso i nostri touchpoint, fino alla completa risoluzione del problema.

Per ulteriori informazioni e assistenza, i nostri utenti possono fare riferimento alle nostre pagine di aiuto:

FAQ Libero Mail https://aiuto.libero.it/articolo/mail/disservizio-infrastruttura-libero/
FAQ Virgilio Mail https://aiuto.virgilio.it/articolo/mail/disservizio-infrastruttura-virgilio/
e al numero verde dedicato 800.591.829.

Nonostante rassicurazioni e belle parole, la realtà vede nel pomeriggio di oggi, 28 gennaio, la quasi totalità degli utenti ancora con malfunzionamenti costanti, impossibilità di accesso, di sincronizzazione della posta in arrivo e senza alcuna traccia delle mail dei giorni che vanno almeno dal 23 al 25 gennaio compreso.

Continueremo a seguire l'evolversi (?) della situazione.

Aggiornamento gennaio 27, 2023 - Libero e Virgilio Mail non funzionano. Ancora. Quando siamo alla fine del 6 giorno di down, i tecnici di Italia Online non sono ancora riusciti a risolvere totalmente i problemi legati al data center.

Trovate tutte le info e gli aggiornamenti sulla situazione attuale nell'articolo evidenziato più in basso. Continueremo a tenervi informati sulle nostre pagine anche nelle prossime ore. 

Aggiornamento gennaio 26, 2023 - Fin dalla prima mattinata di oggi, i server di Italia Online hanno dato segnali di ripresa, con Libero e Virgilio Mail che adesso funzionano a tratti ed in maniera blanda su un numero limitato, ma crescente, di account. Tutti gli ultimi aggiornamenti, con i dettagli, le nostre prove e le comunicazioni ufficiali del gruppo che gestisce i due provider di posta elettronica, li trovate nell'articolo evidenziato qui in basso.


Aggiornamento ore 21:15, gennaio 25, 2023 - Mentre, come da precedente aggiornamento pomeridiano, i tempi si prevedono ancora lungi per la totale risoluzione del malfunzionamento all'infrastruttura di ItaliaOnLine e il ripristino regolare di Libero e Virgilio Mail, dopo le bufere social, insorgono anche le diverse associazioni dei consumatori. Ecco appelli e comunicati di alcune delle maggiori, naturalmente a favore degli utenti, con invito ad inoltrare reclamo e chiedere indennizzi:

Il Codacons è pronto ad una class action per il black out dei servizi di posta elettronica Libero e Virgilio, fuori uso da oltre un giorno.
Da domenica sera circa 9 milioni di utenti che hanno un indirizzo mail aperto con Libero e Virgilio non riescono ad accedere alla propria posta elettronica, leggere documenti, mail di lavoro e comunicazioni personali. Un disservizio che sta creando enormi disagi specie a chi usa i servizi per motivi professionali, e ha attivato account a pagamento.
Un black out che rischia di avere ripercussioni pesantissime sugli utenti, generando oltre al danno morale anche ingenti danni materiali. Per tale motivo abbiamo deciso di inviare una formale diffida alla società Italia Online che gestisce i due servizi, chiedendo non solo di riattivare immediatamente la posta elettronica e risolvere i problemi tecnici, ma anche di disporre indennizzi diretti in favore di tutti gli utenti coinvolti nel disservizio.
Qualora l’azienda dovesse negare i diritti dei consumatori, siamo pronti ad avviare una class action a tutela dei 9 milioni di italiani danneggiati dal black out di Libero e Virgilio

Luigi Gabriele, Presidente Consumerismo - Si apprende oggi che ci vorranno ancora 24/48 ore per il ripristino del servizio di posta elettronica, un ritardo abnorme se si considera che da domenica sera 9 milioni di italiani che utilizzano Libero e Virgilio non riescono ad accedere alle proprie mail. Quanto sta accadendo è inaccettabile: i disagi subiti dagli utenti sono enormi e chi utilizza i due servizi di posta per scopi professionali sta subendo ripercussioni pesanti sul fronte lavorativo. Molti si chiedono inoltre se le comunicazioni e i messaggi inviati in queste ore di blackout ai clienti Libero e Virgilio potranno essere recuperati o andranno perduti. Italia Online deve fornire garanzie precise ai propri clienti, e come Consumerismo siamo pronti a scendere in campo con le iniziative legali del caso per tutelare gli interessi dei 9 milioni di italiani coinvolti nel grave disservizio. 

Altroconsumo - Libero Mail e Virgilio Mail restano ancora bloccati. Gli utenti, vittime di un problema tecnico da domenica sera scorsa, dovranno però ancora attendere almeno altre 24/48 ore, come riportato in una nuova comunicazione sul sito. Altroconsumo intanto ha inviato una diffida al provider Italiaonline per chiedere un ristoro economico per i disagi patiti dagli utenti. Ti consigliamo di inviare un reclamo a Italiaonline. 

Aggiornamento ore 17:00, gennaio 25, 2023 -  Italia Online ha diramato un nuovo bollettino in cui, oltre a nuove scuse e info di circostanza, avvisa che il clamoroso disservizio dovuto ai data server sarà completamente risolto entro le prossime 24/48 ore. Eccolo in versione integrale:

In questa nuova comunicazione, vogliamo iniziare scusandoci ancora una volta con i nostri utenti per il disagio e il disservizio. Leggiamo i vostri commenti e comprendiamo. Ma vogliamo soprattutto, ora che siamo in grado di farlo, condividere con voi maggiori informazioni sull’accaduto, sul lavoro che stiamo facendo e dare un orizzonte temporale per la risoluzione del problema.

Nelle scorse settimane, al fine di offrire un servizio sempre migliore e sempre più aggiornato, abbiamo introdotto un’innovativa tecnologia di storage a supporto delle nostre caselle mail, fornita da un vendor esterno, un produttore di tecnologie di storage utilizzato da alcune delle più grandi società al mondo. Purtroppo, un bug del sistema operativo ne ha compromesso il corretto funzionamento e, di conseguenza, quello delle caselle di posta presenti su di esso. Il vendor sta lavorando incessantemente per la risoluzione del problema, creando un fix per la soluzione della problematica, con il supporto di tutti i nostri team interni. Trattandosi però di un bug a livello di sistema operativo, la soluzione sta richiedendo i tempi tecnici di sviluppo, con l’obiettivo primario di tutelare l’integrità dei dati.

I tempi sono stati lunghi finora, ce ne rendiamo conto. Da 25 anni siamo il fornitore mail degli italiani, i nostri utenti non sono sparsi per il mondo, ma sono i nostri vicini di casa, i nostri amici e parenti, i professionisti del nostro Paese. Non possiamo dunque non avere come priorità la tutela dei dati degli italiani, perché sono la nostra forza. Per questo vogliamo riaprire le caselle in maniera definitiva e stabile.

Prevediamo di ripristinare la Libero Mail e la Virgilio Mail entro le prossime 24/48 ore. Siamo consapevoli che questo crea difficoltà ai nostri utenti, ma il nostro essere il provider di posta degli italiani, ci impone la massima serietà.

Come sempre, comunicheremo eventuali aggiornamenti attraverso i nostri touchpoint.

Aggiornamento gennaio 25, 2023 - Libero e Virgilio Mail non funzionano nemmeno oggi e non hanno mai avuto nemmeno un segnale di ripresa durante le scorse ore. Il malfunzionamento diffuso con i server in tilt ormai da tre giorni continua per i milioni di account attivi e, al momento, non sembra vedersi la luce alla fine del tunnel, con una protesta furiosa divampata sui social e migliaia di utenti che manifestano l'intenzione o la già avvenuta esecuzione di passaggio ad altri servizi, come Gmail o Outlook.

A parziale conforto per gli utenti, ItaliaOnLIne ha rilasciato una dichiarazione pubblica, firmata dal CTO del gruppo, Diego Rizzi, che vi alleghiamo di seguito:

Le nostre parole vanno in primis agli utenti della Libero Mail e della Virgilio Mail, che hanno aperto con noi le loro caselle di posta elettronica: siamo consapevoli del disagio procurato e del disservizio. Stiamo lavorando incessantemente da ormai diverse ore per risolvere un problema infrastrutturale inaspettato e imprevisto e che non è dipeso da sistemi sviluppati di Italiaonline. Possiamo rassicurare, come già scritto sui nostri portali e touchpoint digitali, che i nostri utenti sono stati in questa situazione di emergenza, e continueranno ad essere sempre, la nostra priorità. L’attuale situazione non è dipendente da attacchi cyber esterni. Come abbiamo avuto modo di comunicare ai nostri utenti in queste ore, in 25 anni di servizio fedele agli italiani, non ci è mai successo di restare off-line per così tanto tempo. Abbiamo letto tutti i messaggi comparsi sui social network e compreso perfettamente i disagi arrecati. Sappiamo che milioni di italiani contano su di noi per comunicare e questo ci sta dando la spinta per lavorare giorno e notte per risolvere il problema il più velocemente possibile. Non possiamo che scusarci e ringraziarvi per la pazienza e la fiducia. Prevediamo di poter avere maggiori informazioni nelle prossime ore. In ogni caso terremo aggiornati i nostri utenti, come fatto finora, attraverso i canali di Italiaonline.

Non mancheremo noi di aggiornarvi tempestivamente appena ci arriveranno nuove informazioni.

Aggiornamento ore 16:25, gennaio 24, 2023 - Il problema a Libero e Virgilio Mail che non funzionano continua ad essere presente e i tecnici di ItaliaOnLine non riescono a venirne a capo.

Il messaggio che appare su browser Web, tentando di accedere a Libero o Virgilio Mail, è stato nel frattempo cambiato nel contenuto, anche se non nella sostanza (screen con avviso precedente più in basso), con il team che rassicura, come in mattinata, che non ci saranno perdite di dati, sottolineando come in 25 anni di attività, non sia mai accaduto che il servizio di posta elettronica restasse offline per così tante ore (sono ormai ben più di 24).

Libero e Virgilio Mail non funzionano

Su smartphone, come detto nella stesura originaria di questo articolo, l'app si apre, ma la posta non viene aggiornata. Adesso, è stato aggiunto anche un banner che indica il momento di disservizio.

Libero e Virgilio Mail non funzionano

Intanto, sono ore che in Home Page di Libero e Virgilio c'è un avviso che recita Libero e Virgilio Mail - Disservizi in corso di risoluzione. Continueremo a tenervi aggiornati.

Libero e Virgilio Mail non funzionano

Articolo originale, gennaio 24, 2023
 - Se credete che il vostro account di posta elettronica che avete su Libero o Virgilio Mail sia vittima di hackeraggio o qualcosa di simile, tranquillizzatevi perché il problema non è vostro ma è della società che gestisce gli storici provider di posta elettronica.

Libero e Virgilio Mail non funzionano da diverse ore e il down riguarda la quasi totalità dei 9 milioni di account che non riescono ad effettuare l'accesso alla posta già dalla giornata di ieri.

Se browser Web, è impossibile accedere e si viene informati del malfunzionamento da un messaggio di avviso, con tanto di lavori in corso per ripristinare la normalità.

Libero e Virgilio Mail non funzionano

Su app mobile, si accedere tranquillamente, ma la posta elettronica non viene scaricata da ieri, 23 gennaio 2023.

Aggiorneremo questo post quando il problema sarà risolto e Libero e Virgilio Mail torneranno a funzionare.

Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio