Come riparare manualmente File danneggiati in Windows 10 e precedenti



Come riparare manualmente File danneggiati in Windows 10 e precedenti
Nelle mie guide per Windows 10 e versioni precedenti, indirizzate ad ottimizzazioni e risoluzioni di problemi, ho già illustrato i procedimenti per l'utilizzo dell'utilità SFC, al fine di esaminare, ed eventualmente correggere, file danneggiati o mancanti nel Sistema operativo.
Oltre alle riparazioni online, con specifiche righe di comando che trovate fra le pagine del Blog, esiste anche la possibilità di riparare manualmente file danneggiati di cui non riusciamo a ristabilire la corretta configurazione tramite quei comandi.

Esamineremo, in questo Articolo, le procedure per identificare file danneggiati e procedere alla loro riparazione in manuale. Per prima cosa, ovviamente, bisogna assicurarsi che nel Pc ci siano file danneggiati o mancanti e che non è possibile ripararli automaticamente.
Destro su Start > Prompt dei comandi (amministratore) > digitate il seguente comando e date Invio:
sfc /scannow

Come detto svariate volte, l'operazione analizzerà la maggior parte dei file di sistema, cercando, ove possibile, di ripararli in automatico, restituendoci un messaggio sulla nuova situazione, al termine del processo.

I messaggi, ad operazione completata, possono essere, fondamentalmente, di tre tipi:
-Nessuna violazione di integrità trovata (digitate Exit e date Invio per chiudere il Prompt e cercare altrove cause di eventuali malfunzionamenti, perché i file sono integri e configurati correttamente).

-Trovati file corrotti e riparati con successo. Maggiori dettagli possono essere consultati in CBS.log... (SFC ha trovato ed è riuscito a riconfigurare correttamente file di Sistema danneggiati).
-Trovati file corrotti che non è stato possibile riparare. Maggiori dettagli possono essere consultati in CBS.log...(SFC ha trovato ma non è riuscito a riconfigurare correttamente file di Sistema danneggiati).

Per consultare i dettagli contenuti in CBS. log, come ci indica il secondo o il terzo tipo di messaggio conclusivo, dovete digitare e dare Invio, sempre in Prompt dei comandi (amministratore), il seguente comando:
findstr /c:"[SR]" %windir%\Logs\CBS\CBS.log >"%userprofile%\Desktop\sfclogs.txt"

Il comando vi farà comparire sul desktop il file sfclogs.txt, contenente tutti i dettagli dei file scansionati e danneggiati che SFC non è riuscito a riparare.
Cliccate sul file e scegliete di aprirlo con il Blocco Note.

A questo punto avrete una panoramica completa dei file danneggiati non riparabili automaticamente, con annesse descrizioni e percorsi.

Per ripararli manualmente bisogna sostituirli con copie integre, che potete cercare e trovare in rete, digitando sui motori di ricerca l'esatta sintassi della proprietà, oppure prenderli direttamente da un altro Pc "sano".

Per verificare la validità e l'integrità di un file, in Prompt dei comandi, digitate e date Invio:
sfc /VERIFYFILE=C:\Percorso_e_nome_file
sostituendo Percorso_e_nome_file con quelli del file da verificare.

Una volta individuato i file da sostituire e trovato i sostituti, aprite nuovamente il Prompt dei comandi (amministratore) e digitate, dando Invio, il seguente comando:
TAKEOWN /f Percorso_e_nome_file
sostituendo Percorso e nome file con il percorso e il nome reali del vostro file corrotto.

A questo punto dovrete concedere a tutti gli amministratori di Sistema l'accesso completo al file;
digitate, dunque, e date Invio, sempre nel Prompt:
Icacls Percorso_e_nome_file /GRANT ADMINISTRATORS: F
sempre sostituendo Percorso e nome file con quelli reali del vostro file da sostituire.

Rimanendo sempre nella stessa finestra del Prompt dei comandi (amministratore), digitate l'ultimo, fondamentale comando, contenente l'origine del file e la destinazione e date Invio:
copy C:\Percorso_ORIGINE_e_nome_file C:\Percorso_DESTINAZIONE_e_nome_file
sostituendo Percorso_ORIGINE_e_nome_file e Percorso_DESTINAZIONE_e_nome_file, con origine, nome e destinazioni reali e specifiche del file in questione.

Il procedimento può sembrarvi laborioso, ma, in realtà, è piuttosto semplice ed efficace.
Ecco un esempio delle ultime operazioni, in sequenza, che vi ho descritto, nel Prompt dei comandi per la sostituzione del file di prova appraiser.dll:

Esempio delle ultime operazioni, in sequenza

Potete verificare l'effettiva sostituzione e riparazione, infine, digitando il comando seguente:
SFC /verifyonly

Ecco, dunque, Come riparare manualmente File danneggiati in Windows 10 e precedenti.
Come sempre, per qualsiasi domanda o delucidazione, potete scrivermi nei commenti, in privato, tramite il modulo contatti, o sui social, raggiungibili da fondo pagina.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License