Preparare supporti d'installazione Windows 11 saltando account Microsoft e controllo requisiti

set 21, 2022

Grazie alla nuova versione di Rufus, installare Windows 11 diventa un gioco da ragazzi.

Preparare supporti d'installazione Windows 11 saltando account Microsoft e controllo requisiti

Dopo i test in più di una versione Beta, Rufus ha lanciato ufficialmente lo scorso agosto la nuova versione stabile 3.20 che, fra le novità, consente di preparare supporti d'installazione di Windows 11 saltando l'obbligo di inserimento di un account Microsoft e il controllo requisiti minimi hardware imposti da Microsoft.
Se siete in procinto di preparare un supporto avviabile per l'installazione della nuova versione 22H2 di Windows 11, appena resa disponibile da Microsoft nel circuito stabile a livello globale con la disponibilità di Windows 11 2022 Update, il noto programma aggiornato con le nuove caratteristiche fa sicuramente al caso vostro.

Ecco il changelog di Rufus 3.20, disponibile al download dal sito ufficiale o da GitHub:

  • Abilita le opzioni applicabili dell'esperienza utente di Windows per Windows 10
  • Ricorda l'ultima selezione dell'esperienza utente di Windows tra le sessioni
  • Aggiungi la creazione automatica dell'account locale e la duplicazione delle opzioni regionali. Ciò si limita alla creazione di un account con lo stesso nome dell'utente corrente e con una password vuota che all'utente verrà chiesto di modificare dopo il primo riavvio
  • Aggiungi una soluzione alternativa per le ISO che hanno un collegamento simbolico syslinux a /isolinux/ (Knoppix)
  • Ripristinare l'inserimento offline delle chiavi di registro per il bypass TPM/SB/RAM, ove possibile
  • Rimuovere il bypass di archiviazione, poiché si tratta di un bypass fasullo che non fa nulla
  • Migliora la compatibilità del BIOS quando viene visualizzato il messaggio di avviso "Solo avvio UEFI"
  • Correggi la finestra di dialogo Esperienza utente di Windows che appare due volte per Windows To Go
  • Risolto il problema con le opzioni dell'esperienza utente di Windows che non venivano applicate per ARM64
  • Risolto il problema con il bypass dell'account Microsoft che non veniva applicato a meno che non fosse selezionato bypass TPM/SB/RAM
  • Novità : correzione del rilevamento eccessivo di bootloader GRUB2 con prefissi non standard

Vi ricordo che trovate tutte le indicazioni riguardo l'installazione di Windows 11 anche senza requisiti minimi nella sezione dedicata del nostro sito.

Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio