Top Nav

Windows 11: situazione reale sulla possibilità di aggiornare qualsiasi PC

ago 29, 2021

Dimentica per il momento di dover cambiare il tuo vecchio dispositivo.

Windows 11: situazione reale sulla possibilità di aggiornare qualsiasi PC

Se ti stai ancora chiedendo fra quante settimane o al massimo mesi dovrai acquistare un nuovo PC con hardware di ultima generazione per poter godere delle novità di Windows 11, visto il dibattito sempre acceso (e alquanto confuso) sui requisiti minimi richiesti per l'installazione e l'esecuzione del nuovo SO e dopo le ultime dichiarazioni (ancor più confuse) di Microsoft degli ultimi giorni, smetti di cercare in rete e di confrontarti con chi è confuso almeno quanto te, perché il tempo di mandare in pensione il tuo dispositivo è ancora lontano.

Cercherò di fare chiarezza in questo articolo e di mostrarti la situazione reale che da ancora e a tutti gli effetti la possibilità di aggiornare qualsiasi PC a Windows 11.

Come abbiamo riportato nei giorni scorsi, le ultime esternazioni vedrebbero una prospettiva per gli utenti globali che consentirebbe a chiunque di aggiornare il proprio hardware (qualsiasi hardware, anche senza il minimo requisito richiesto) con in esecuzione Windows 10 al nuovo Windows 11 tramite file .ISO. Coloro che tenteranno di upgradare da Windows Update non vedranno andare in porto la procedura. Ok, proprio ciò che ho scritto, più volte, già da diverse settimane. 

A questa 'novità', si aggiunge la voce di corridoio che vedrebbe Microsoft non inviare alcun aggiornamento, neanche di sicurezza, ai dispositivi con hardware non compatibile che installeranno Windows 11 tramite ISO preparata su supporto esterno.

Bufala! Che senso avrebbe consentire l'aggiornamento ad una nuova versione e lasciare i dispositivi in balia di minacce, instabilità totale e rischio continuo di infezioni? Ricordiamo che il controllo generale software/hardware avviene anche durante un'installazione pulita (anche avanzata, con eliminazione di tutte le partizioni) di Windows, dunque Microsoft potrebbe tranquillamente far interrompere la procedura e non permettere di far arrivare in porto la nuova installazione di Windows 11.

Gli aggiornamenti di sicurezza rilasciati dai server ed inviati ai dispositivi via Windows Update tengono conto di versione del Sistema e architettura del dispositivo (32 o 64-bit). Non altro. Dunque, che tu tia eseguendo Windows 11 su hardware nuovo o su un PC che non soddisfa i requisiti minimi, non vedrai in alcun modo interrotta la catena di distribuzione degli aggiornamenti fondamentali per la sicurezza della tua configurazione. Inoltre, gli aggiornamenti dell'antivirus integrato in Windows, ad esempio, avvengono sia da Windows Update che dalla suite di Sicurezza di Windows, oltre a poter essere installati manualmente tramite il Catalogo Microsoft.

Ho già assicurato che tutti i PC che eseguono versioni modern di Windows (Windows 8, 8.1, 10 e macchine aggiornate a queste da Windows 7) possono eseguire correttamente anche Windows 11 prima versione, ovvero quella che è attualmente in test nel circuito Insider e che sarà rilasciata al pubblico a partire dal prossimo ottobre. Per tutti i dettagli e i riferimenti per e su come procedere per aggiornare/installare Windows 11 su questi PC, anche se non rispettano per niente i requisiti minimi, tieni a mente il post evidenziato di seguito.

La versione di Windows 11 in questione (21H2) sarà la versione stabile sino a gran parte del 2022, quando sarà reso disponibile il primo Major Update del nuovo SO. Fino a quel punto, puoi stare tranquillo e mantenere la tua copia (stabile o Insider) di Windows 11 sul tuo 'vecchio' PC. 

Prima di quel tempo, visto che adesso non abbiamo ancora i codici di Windows 11 del prossimo anno e non possiamo valutare nulla con certezza, sapremo se e come continuare ad upgradare all'ultima versione qualsiasi tipologia di PC o se sarà il caso di fermarsi e pensare di aggiornare il nostro hardware. Al momento, questo è quanto.

Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio