Un milione di download di Edge da Google Play Store non è un successo



Il dato relativo al numero di download della versione per Android del browser Microsoft dovrebbe far riflettere. Ma non in positivo.

Download-edge-play-store-no-successo
Negli ultimi giorni, tutti i Blog specializzati (?) in informazione Microsoft hanno accolto come un trionfo (o quasi) il dato relativo all'andamento dei download di Microsoft Edge per Android, arrivato alla cifra di 1 milione, come indicato in Google Play Store. Molti definiscono il risultato come 'un successo' da parte di Microsoft e degli sviluppatori del software.

Un successo? Lo scorso 18 maggio, durante l'apertura dell'evento annuale Google I/O 2017Sundar Pichai, CEO del gruppo di Mountain View, annunciò pubblicamente che i dispositivi Android attivi nel mondo avevano raggiunto la quota di 2 Miliardi!
Viene sottolineata l'uscita dalla fase beta da solamente una settimana e che Edge per Android non è disponibile in tutte le lingue, ma solo in alcune nazioni.

Ah sì? La maggiorparte dei download (più di 500.000) sono stati effettuati durante la disponibilità in fase beta del software. Le nazioni in cui Edge è disponibile contano una popolazione che da sola arriva quasi a coprire i 2 Miliardi di utenti attivi: Australia, Canada, Cina, Francia, India, Regno Unito e Stati Uniti.

Quindi? Quindi Edge non lo ha scaricato nessuno su Android, se non gli appassionati di Windows e Windows Mobile che, per ovvie ragioni, si trovano ad avere in mano, da un po' di tempo a questa parte, uno smartphone con il Sistema operativo di BigG come dispositivo Mobile principale.

Sono quegli stessi utenti che leggono i Blog specializzati (?) in informazione (?) Microsoft, che, se sono centinaia in ogni nazione, vuol dire che ci sono milioni di lettori nel mondo. Basti pensare che solamente mobile nations, editore che sta dietro Windows Central (ok, anche Android Central), conta 500 Milioni di lettori. Edge su Android non lo conosce nessuno. Come non lo usa nessuno su desktop. Ovviamente, per 'nessuno' intendo un numero talmente basso di utenti, rispetto alla massa, da non potersi lasciare andare a nessun tipo di proclamo trionfalistico, sino a questo momento e con i dati che abbiamo.

Questi concetti si legano alla presenza massiccia di Microsoft nel Google Play Store di quest'ultimo periodo, e la cattiva informazione di certi Blog (?) riguardo il successo di 1 milione di download di Edge all'altrettanta inesatta informazione riguardo le motivazioni che hanno spinto Microsoft a portare i propri servizi e le proprie App su Android e iOS.

Microsoft non ha deciso di rendere disponibili i propri lavori sulle piattaforme concorrenti (sì, sono ancora concorrenti) perché ha abbandonato il Mobile; Microsoft cerca una soluzione per far conoscere i propri servizi alla massa, perché la massa non sa che esistono e non ha, tantomeno, familiarità con essi, trovando naturale e imprescindibile l'utilizzo di quelli di Google e Apple, perché lo fa da sempre.

Questa è la reale strategia di rilancio del settore Mobile dell'azienda di Redmond, prima di rendere disponibile il nuovo Sistema operativo per smartphone, che sarà il medesimo che avremo su PC, tablet, IoT, console o visori VR.

E le strategie, frutto di lavoro costante, hanno bisogno di tempo per rivelarsi vincenti. Al momento, i servizi Microsoft fuori da Windows li utilizzate voi che state leggendo questo articolo e altri che leggono articoli di altri Blog per appassionati. E, rispetto alla massa, siamo davvero poca cosa.
Altro è il successo (e Microsoft lo sa).
Articolo di HTNovo
Creative Commons License