Infinity Flex Display, One UI, Android adattato e notch | Il futuro (prossimo) degli smartphone secondo Samsung



Samsung mostra in azione il suo prototipo di smartphone flessibile, parlando del prossimo futuro software adattato al nuovo segmento.

Futuro-smartphone-samsung
Come vi avevamo anticipato negli scorsi giorni, la prima giornata di Samsung Developer Conference 2018 ha visto protagonisti hardware e software del prossimo segmento del settore mobile, secondo il colosso sudcoreano.

Mostrato per la prima volta al pubblico il prototipo sul quale gli ingegneri asiatici stanno lavorando da anni per la realizzazione di un dispositivo 2-in-1 tascabile. Smartphone e tablet al tempo stesso, a secondo se chiuso o aperto.

Infinity Flex Display ha una cover display da 4,58 pollici 21:9 a risoluzione 1960 x 840 pixel (320ppi) che attiva la modalità smartphone, mentre il display interno si estende per offrire una superficie di diagonale 7,3 pollici da 2152 x 1352 pixel a 420ppi e formato 4.2:3, dando la possibilità di operare su un tablet di piccole dimensioni.

Infinity-Flex-Display
Il device consente di passare da una modalità all'altra mantenendo in esecuzione i task aperti, senza interruzioni da un display all'altro, con la possibilità di eseguire fino a tre applicazioni contemporaneamente sul display più grande.
Samsung ha annunciato contemporaneamente One UI, la nuova interfaccia che mostrerà all'utente solo ciò di cui ha bisogno, con gli elementi spostati nella parte bassa dello schermo, per facilitare il raggiungimento di ogni area interattiva.

One-UI
Tutto il software in arrivo è il risultato di collaborazioni in corso con Google per offrire Android perfettamente adattato all'esecuzione su display flessibili e con diverse modalità attivabili.
Le app saranno modulari e si adatteranno automaticamente al loro utilizzo sulle diverse modalità di display attivo, senza soluzioni di continuità quando si passa da un format all'altro nello stesso device.
One UI non sarà esclusiva di Infinity Flex Display ma arriverà su tutti gli smartphone top di gamma Samsung. La Beta è già scaricabile su Galaxy S9 e S9 Plus con Android Pie in molti mercati, con l'Italia per il momento in attesa.

Samsung intende evolvere anche il notch e portarlo su alcuni dei suoi prossimi dispositivi.
Durante la conferenza di ieri, sono stati mostrati prototipi di futuri smartphone 'classici' con diverse soluzioni di 'tacca' sul display, con forme ovali o a spigolo, di dimensioni minime o più accentuate.

Notch-Samasung
La direzione che intende seguire l'azienda di DJ Koh, tuttavia, rispecchia le attuali tendenze degli altri brand, che vedono una sostanziale riduzione di ingombro e superficie del notch sui nuovi dispositivi.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License