Top Nav

Come Microsoft è arrivata a Bloom, il simbolo del nuovo Windows 11

ott 6, 2021

Lo sfondo del desktop di Windows 11 raccontato da chi lo ha realizzato.

Come Microsoft è arrivata a Bloom, il simbolo del nuovo Windows 11

Windows 11 è l'inizio di una nuova era per l'informatica mondiale, come già lo avevamo definito prima del lancio pubblico, iniziato in questi giorni per gli utenti e le aziende di tutto il mondo.

Che Windows 11 sia diverso da tutto il recente passato lo testimonia il fatto che lo sfondo predefinito del nuovo software non ha nessun richiamo al logo del sistema, anch'esso rinnovato per l'occasione, ma è una creazione distinta da tutto ciò che richiama al mondo Microsoft. Come Microsoft è arrivata a Bloom, il simbolo del nuovo Windows 11 ce lo raccontano i suoi ideatori. A seguire.

Con Windows 11, una nuova prospettiva inizia con la primissima immagine che vedi sullo schermo: uno sfondo del desktop che è anche un'immagine simbolica di ricominciare con questo sistema operativo.

Ispirata ai fiori, questa nuova bellezza blu si chiama Bloom. La storia della sua creazione abbraccia una collaborazione creativa e dinamica tra i team di ingegneria, progettazione e marketing di Microsoft, attraverso un oceano durante una pandemia e che incorporava un flusso di lavoro parallelo che ha attirato l'attenzione dei designer di Windows 11.

"È lo stesso Windows che conosci e ami, ma questo è un nuovo inizio, una nuova era", afferma Christina Koehn, direttore creativo di Windows 11, disponibile dal 5 ottobre.

Questa nuova era include una navigazione intuitiva, un'organizzazione semplice, più app e modi efficienti per essere creativi e produttivi. L'esperienza dell'utente è stata completamente reinventata, semplificata. È un design pulito e fluido che è completamente nuovo, ma immediatamente familiare.


Al centro di Bloom c'è un concetto che fonde elementi naturali e digitali.

"Questa è per noi la prossima generazione di computer", afferma Marianna Levant, una delle principali designer del team di Koehn. “Viviamo tutti sia in un regno digitale che in un regno naturale. Era importante per noi comprendere entrambi. Abbiamo iniziato in modo molto ampio, in lungo e in largo, lavorando a stretto contatto con i designer sia nel team di marketing che nel team di prodotto. Abbiamo esplorato un'ampia varietà di concetti e quello che ha risuonato è stata questa unione tra matematica e natura”.

Levant, che ha un background nel design e nell'arte e che aveva uno studio a Chicago dove realizzava dipinti su larga scala e lavori su carta, afferma che la strada per Bloom è stata davvero un processo creativo.

“Non sapevamo dove saremmo andati a finire. Era come fare un dipinto, creare un'opera d'arte", dice. “Sapevamo qual era il concetto, sapevamo cosa stavamo cercando di evocare. Ecco perché questo progetto è stato particolarmente impegnativo e particolarmente meraviglioso”.

Per aiutarli nella ricerca del simbolo giusto, hanno trovato le risposte con Six N Five , uno studio di design multidisciplinare con sede a Barcellona che ha iniziato a lavorare con Microsoft nel 2019, progettando gli sfondi per i nuovi dispositivi Microsoft Surface. Da allora, hanno collaborato con diversi team di Microsoft su una varietà di progetti.

“Non sapevamo dove saremmo andati a finire. Era come fare un dipinto, creare un'opera d'arte”.

Lo studio si basa su un background nella progettazione grafica 2D, con strumenti e conoscenze acquisite durante gli anni universitari che hanno comportato l'apprendimento di come lavorare con colori, tipografie, forme, ecc. Ma alla fine del 2010, hanno spostato la loro attenzione sull'arte 3D. Nel processo si sono resi conto che diverse ore di lavoro extra avrebbero prodotto risultati vicini alla realtà.

"Da quel momento in poi, ci sono stati molti anni di curiosità, apprendimento e anche di utilizzo che hanno trasformato il 3D nel nostro linguaggio e stile visivo", afferma Ezequiel Pini, fondatore e direttore creativo dello studio di design.

Mentre i team di progettazione interni di Microsoft hanno iterato internamente le loro idee per Windows 11, lo studio stava lavorando in parallelo sugli schermi Surface.

"Abbiamo iniziato a collaborare con Six N Five per reinventare gli sfondi del desktop per i dispositivi Surface un paio di anni fa", afferma Samuel Clarke, direttore creativo di Modern Life (Windows, Surface, Microsoft 365, Microsoft Edge). “Il loro modo unico di interpretare il mondo fisico attraverso le tecniche digitali ci ha uniti. Creano scene rilassanti e serene che si sono sempre adattate perfettamente a come volevamo che gli utenti si sentissero quando usano i nostri prodotti".

Alla fine, i flussi di lavoro sono convergenti quando il fiore dinamico di Six N Five ha colpito tutte le note giuste per i designer di Windows 11.

Come Microsoft è arrivata a Bloom, il simbolo del nuovo Windows 11

"La cosa su Bloom è che ha movimento", dice Koehn. “Non sembra un oggetto statico. Si potrebbe quasi immaginare che si muova intorno all'ambiente cambiando forma, trasformandosi.

Quando si è trattato del loro approccio a Bloom, Six N Five ha trovato ispirazione nella premessa di esaminare i regni naturali e la loro relazione con il lavoro astratto e digitale creato dalle sue persone. Per loro, un fiore che sbocciava per la prima volta rappresentava “un nuovo e fresco inizio”.

I fiori, in particolare le rose, li hanno ispirati. Ma hanno anche trovato una bussola nel blu di Windows, una tonalità "vibrante" che Pini dice "è stata fondamentale in questo processo quando si è trattato di colorare".

È un colore fondamentale per identificarsi con Windows 11 e per segnalare qualcosa di nuovo ai consumatori, afferma Karina Vivas, direttore del marketing integrato di Windows. "Stiamo usando intenzionalmente il suo colore blu elettrico come una linea creativa attraverso diversi elementi".

Anche l'importanza di Windows nella routine quotidiana ha giocato un ruolo importante nell'approccio progettuale.

“Penso che apparteniamo a una generazione in cui il mondo digitale si è evoluto al punto da essere entrato a far parte della nostra vita quotidiana. Ora è naturale per noi, la nostra estensione e il nostro lavoro", afferma Pini. “Ci sono così tanti compiti che praticamente non possiamo fare senza il nostro computer. Questa evoluzione continuerà ad avanzare nel tempo e, almeno per noi, Windows 11 rappresenta questa evoluzione verso il nuovo".

Con Windows 11, la traslucenza attraverso nuovi materiali come Mica diventa più importante, spiega Koehn.

"Poiché i nostri desktop diventano sempre più complessi e abbiamo sempre più finestre aperte, a volte è bene che la trasparenza di alcuni materiali aiuti a vedere cosa è a fuoco e cosa potrebbe essere sullo sfondo", afferma. “Volevamo assicurarci che lo sfondo del sistema operativo migliorasse effettivamente quei materiali. Quindi abbiamo costruito quei materiali in modo tale che assumessero davvero il colore che c'è dietro di loro. Riflettono la luce. Se progetti la carta da parati in modo tale che abbia una gamma di colori, ha vivacità nei punti giusti in cui sai che avrai materiali sopra di essa, i due si completano a vicenda molto bene. E i materiali sono bellissimi quando vedi Bloom che passa dietro di esso. Quindi questa è stata sicuramente una considerazione mentre abbiamo progettato la forma di Bloom e la gamma di colori.

Bloom doveva completare il nuovo layout centrato di Windows 11, che include la barra delle applicazioni e il menu Start. E da un punto di vista pratico, era importante per il team di progettazione disporre di uno spazio negativo attorno all'immagine in modo che cartelle e file potessero essere posizionati sul desktop, riducendo l'ingombro visivo.

Come Microsoft è arrivata a Bloom, il simbolo del nuovo Windows 11

Si scopre che il layout centrato è stato uno dei tanti fattori su cui Six N Five ha dovuto lavorare.

"La cosa più complicata è stata trovare una composizione bella e armoniosa che funzionasse non solo esteticamente come sfondo, ma anche in coesistenza con il menu centrale del nuovo sistema operativo", afferma Pini. “Abbiamo iniziato a creare un sacco di immagini, sperimentando e giocando con il materiale che Microsoft ci ha dato. Quella era la parte facile, ma poi è arrivato il momento di scegliere un percorso da seguire e restringere il campo”.

Lo studio di Pini ha finito per occuparsi della progettazione dell'immagine principale e dell'animazione per il progetto, mentre il team di progettazione di Microsoft li ha aiutati con linee guida e schizzi per far sì che il pezzo soddisfi tutti i requisiti necessari.

Six N Five ha anche sviluppato due pacchetti di temi per Windows 11: uno che deriva da nuove esplorazioni ispirate a Bloom e uno basato sul design di paesaggi immaginari.

Come Microsoft è arrivata a Bloom, il simbolo del nuovo Windows 11

Per Six N Five, avere un ruolo così cruciale nello sviluppo di Bloom è "un sogno che si avvera".

"La parola 'Windows' non solo evoca nostalgia per il primo contatto che abbiamo avuto con un computer 20 anni fa, ma continua anche a essere il sistema operativo che usiamo 20 anni dopo", afferma Pini. “È stato il nostro compagno in tutto questo processo e sviluppo professionale fin dall'inizio. Sapere che questa nuova versione del sistema operativo avrà un'immagine del nostro studio, che a sua volta sarà vista da miliardi di persone, è un sogno difficile da spiegare a parole".

Fonte: Microsoft
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio