10 domande ricorrenti su Windows 10






Le domande maggiormente poste dagli utenti nei forum di supporto riguardanti l'ultimo Sistema operativo Microsoft.

10-domande-ricorrenti-Windows-10
Nella mia pluriennale esperienza di supporto e consulenza nei siti ufficiali Microsoft (e non solo), fra le migliaia di questioni e richieste di info ed aiuto da parte degli utenti che utilizzano Windows 10 e servizi associati, ci sono domande ricorrenti che vanno oltre lo scorrere del tempo e si ripetono continuamente, nonostante gli anni già trascorsi dal lancio dell'ultimo Sistema operativo per desktop e tablet e nonostante le migliaia di risposte associate sparse in ogni angolo del Web.
Ho pensato di raccogliere qui le 10 domande ricorrenti su Windows 10, quelle che più di ogni altro aspetto del software Microsoft attanagliano di dubbi nuovi e, talvolta, vecchi utenti. Naturalmente, ognuna delle domande ricorrenti è accompagnata dalla propria risposta esatta.

Le ultime due domande sono le New Entry, ovvero quelle inerenti nuovi aspetti dell'ultima versione pubblica rilasciata, con i forum presi d'assalto da utenti spaesati dai medesimi ed improvvisi dubbi.

Aggiorneremo dunque questo articolo ad ogni nuovo Major Update di Windows 10, sostituendo le ultime due questioni con le New Entry della versione attuale del Sistema.

10 domande (e risposte) ricorrenti su Windows 10

1 - Come elimino la richiesta di password all'avvio di Windows 10?
La domanda delle domande. Sempre presente, fin dai primi giorni di lancio del Sistema.

Windows 10 spinge (ma non obbliga) gli utenti ad accedere al Sistema con Account Microsoft, anziché con il vecchio Locale, con la conseguenza che l'immissione di password (o Pin, a scelta) è obbligatorio, almeno in fase di creazione dell'account. Con account locale, non dover digitare la password all'avvio è decisamente semplice; basta non scegliere nessuna password nel momento della creazione dell'account, lasciando in bianco i campi di riempimento e salvando, e il gioco è fatto; si accede direttamente.

Per chi utilizza un account Microsoft, invece, la password è obbligatoria (in quanto associata ad un servizio Web e al tutti gli altri ad esso collegati). Per non doverla digitare né all'avvio né alla riattivazione del Sistema, occorre eseguire i passaggi seguenti:
  1. Start > Impostazioni > Account > Opzioni di accesso > Richiedi l'accesso > Mai (scelta dal menu a tendina corrispondente). 
  2. Digitare Netplwiz in Esegui (destro su Start > Esegui) e dare Invio (o cliccare su OK). 
  3. Nella finestra successiva (Account utente) togliere la spunta alla voce Per utilizzare questo PC è necessario che l'utente immetta il nome e la password, cliccare su Applica quindi su OK per confermare.
2 - Devo formattare/ripristinare/reinstallare Windows 10 ma non ho il codice Product Key a disposizione, come faccio ad attivare il Sistema? Perderò la mia Licenza?
Eh... che dilemma, no?

A partire dai primi dispositivi con a bordo Windows 8 preinstallato (precursore dell'attuale Sistema) Microsoft e i Produttori hanno smesso di includere un'etichetta o un foglietto su case o confezione del dispositivo con indicato il codice Product Key abbinato alla copia del software. Questo perché con il lancio del sistema di attivazione e successiva Licenza digitale divenne assolutamente inutile e superfluo. 

Una volta attivato, Windows 10 può essere reinstallato infinite volte su quel medesimo dispositivo, con tutte le procedure possibili, senza che decada il diritto al suo utilizzo e senza necessità di inserimento del codice Product Key, anche in caso di cambio Hardware. Grazie alla Licenza digitale depositata dal Sistema - alla sua prima attivazione - nei server Microsoft, Windows 10 si (ri)attiva automaticamente su uno stesso dispositivo alla prima connessione internet successiva ad una formattazione/ripristino/reinstallazione.
3 - L'aggiornamento a Windows 10 da Windows 7/8/8.1 è ancora gratuito?
Sì! Secco e senza tanti giri di parole (e completamente legale).

Microsoft vuole che il mondo utilizzi Windows 10, il miglior Windows di sempre, e per tale motivo non ha mai chiuso i rubinetti dei server per l'attivazione gratuita di Licenze digitali dopo upgrade da precedente Sistema operativo.
4 - L'Antivirus integrato in Windows 10 basta per essere protetti?
La nostra vittoria (Sicurezza di Windows, ex Windows Defender) mantiene Sistema operativo, dispositivo ospitante e periferiche collegate sicuri al 100% contro qualsiasi tipo di minaccia, garantendo protezione in tempo reale e strumenti all'avanguardia per individuazione ed eliminazione di infezioni di ogni grado e tipo. Come ho già spiegato a suo tempo con il mio storico Articolo pubblicato su sito ufficiale Microsoft (prima stesura e pubblicazione datati Ottobre 2015) il Sistema di protezione integrato di Windows 10, oltre a garantire sicurezza assoluta, è l'unico mix di elementi strutturali che non crea conflitti e problemi alle altre stanze del software, garantendo produttività ai livelli massimi, grazie al funzionamento ottimale di tutto il Sistema operativo.
5 - Dove trovo le immagini della schermata di blocco di Windows 10?
Eh...le immagini Spotlight!

Ogni nuovo utente  di Windows 10 rimane colpito positivamente dalle suggestive immagini che Microsoft propone quotidianamente nelle schermate di blocco e login del Sistema. Nel corso di questi anni, tuttavia, non è mai stato aggiunto un metodo diretto per salvarle ed utilizzarle per altri scopi.
Da sempre, noi abbiamo la nostra sezione dedicata con diversi trucchi per salvare le immagini spotligtht e per risolvere problematiche inerenti la loro corretta visualizzazione. Date un occhio se siete interessati.
6 - Posso (e come) eliminare la cartella Windows.old?
Già, perché pesa tanto e non so che farmene..!

Dopo ogni Aggiornamento delle funzionalità, il processo di upgrade crea e posiziona nell'Unità disco una cartella contenente dati e file della precedente installazione di Windows, denominata Windows.old. Solitamente di diversi Giga, la cartella è utile all'utente per recuperare eventuali elementi non più presenti dopo l'aggiornamento e al Sistema per procedere più agevolmente al ritorno alla precedente versione, nel caso l'utente stesso voglia compiere tale manovra.

Le prime versioni di Windows 10 vedevano l'eliminazione automatica della cartella Windows.old dopo il primo mese dalla sua creazione. Con la successiva scelta di Microsoft di concedere solamente 10 giorni di tempo per decidere di tornare alla versione precedente del Sistema (in caso di problemi o malfunzionamenti), la cartella Windows.old può rimanere nella sua posizione anche a tempo indeterminato, in base alla quantità di dati presenti e alla modalità scelta per effettuare l'aggiornamento. La cartella può essere eliminata manualmente e semplicemente, una volta che si è certi di voler continuare a rimanere sulla nuova versione e che tutti i propri file siano al loro posto.

Per farlo, basta recarsi in Start > Impostazioni > Sistema > Archiviazione > Configura Sensore memoria o eseguilo ora > Libera spazio ora > Eliminare le versioni precedenti di Windows (spunta) > Pulisci ora (tasto).
7 - Quali sono i driver migliori per Windows 10?
Windows 10 è il primo Sistema operativo Microsoft che non ha bisogno di azioni manuali per la sua ottimizzazione. Il sistema di Manutenzione automatica provvede costantemente, in background e con bassissimo impatto sulle prestazioni, a mantenere il Sistema operativo aggiornato ed efficiente. I driver migliori per Windows 10, dunque, non esistono; esistono sempre e solo i driver corretti.

E a cercare, scaricare ed installare i driver giusti pensa in automatico Windows Update. Sempre.

Qualora, in casi particolari e specifici, ci sia bisogno di installare nuovi driver in maniera manuale, è bene cercarli e scaricarli dal sito del produttore del PC, se il dispositivo è un portatile, inserendo nell'apposita sezione il modello esatto, o su quello della singola componente, se (e solo se) il dispositivo è un fisso/assemblato.
8 - Perché Windows Update non trova la nuova versione di Windows 10? 
L'aggiornamento ad una nuova versione di Windows 10 è sempre distribuito a scaglioni. Sarà mostrato in automatico quando il dispositivo specifico avrà piena compatibilità con i nuovi file e la nuova struttura del Sistema operativo.

Le configurazioni presenti sul mercato sono diverse decine di migliaia. Ogni hardware necessita di driver ad hoc per funzionare correttamente con nuovo software. Quando i produttori di tutte le componenti inviano a Microsoft driver aggiornati ed idonei ad eseguire i nuovi bit di Windows 10, i server di Redmond danno l'OK all'invio del download in Windows Update.

Premesso che consigliamo sempre di attendere la disponibilità automatica (QUI spiego perché) nulla vieta di anticiparla aggiornando manualmente con uno dei diversi metodi a nostra disposizione. In caso di problemi, sarà sempre possibile tornare alla versione di partenza, agendo direttamente dalla Impostazioni di Windows (Aggiornamento e sicurezza > Ripristino > Torna a...).

Domande ricorrenti su Windows 10 | New Entry

9 - L'immagine iniziale di Windows 10 è sfocata. Come risolvo?
L'immagine all'accesso 'sfocata' è una nuova caratteristica di Windows 10, aggiunta da Microsoft a partire dalla versione 1903. L'effetto Acrilico di Fluent Design è stato aggiunto alla schermata di Login per permettere agli utenti di concentrarsi maggiormente sui campi di inserimento credenziali.

Se si vuole disattivare la sfocatura e tornare a visualizzare l'immagine limpida nella schermata di accesso, si hanno diverse diverse possibilità.

Si può spostare il cursore su Disattivato alla voce Effetti di trasparenza in Start > Impostazioni > Personalizzazione > Colori. Questa soluzione, tuttavia, disabilita gli effetti del Fluent Design anche nelle altre aree del sistema in cui è presente.

Se, invece, non si vuole rinunciare al Fluent Design ma si desidera solamente ripristinare la vecchia modalità di visualizzazione della schermata di login, con l'immagine di sfondo non sfocata, basta seguire queste semplici procedure.
10 - È cambiato, non mi piace e non posso più modificare il colore di menu Start, Barra delle applicazioni e Centro notifiche di Windows 10. Come faccio a risolvere?
Da Windows 10 versione 1903, Microsoft ha introdotto il nuovo Tema chiaro per il Sistema, opzione che, se impostata (Start > Impostazioni > personalizzazione > Colori), non permette di modificare il colore di menu Start, Centro notifiche e Barra delle applicazioni. Con il Tema chiaro applicato per il Sistema, il colore 'bianco' di menu Start, Barra delle applicazioni, Centro notifiche e menu contestuali è fisso e non modificabile.

Si può, invece, decidere il colore delle aree elencate se si imposta il Tema scuro per il Sistema.

Si può ulteriormente modificare il comportamento scegliendo l'opzione Personalizzato in Impostazioni > Personalizzazione > Colori, in modo da avere il colore su Barra delle applicazioni, menu Start e Centro notifiche (scegliendo Scuro) e chiaro sulle App (scegliendo Chiaro), compresi i programmi desktop come browser o Esplora file.

Per le 10 domande ricorrenti su Windows 10, ci vediamo qui nelle ore successive al rilascio del nuovo Aggiornamento delle funzionalità per verificare le prossime (immancabili) New Entry.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License