Top Nav

Coronavirus, l'impegno di Google per la distribuzione dei vaccini

gen 25, 2021

Spazi aperti ma anche 150 milioni di dollari per promuovere informazione e aiutare la distribuzione.

Coronavirus, l'impegno di Google per la distribuzione dei vaccini
Google è in prima linea per combattere la diffusione del nuovo Coronavirus (COVID-19) fin dall'inizio della pandemia ed anche in questa decisiva fase di inizio della campagna di vaccinazione a livello globale, che si spera possa portare alla fine dell'incubo per miliardi di persone, offre il suo contributo per migliorare ed accelerare i tempi di distribuzione dei diversi sieri resi disponibili dalla ricerca scientifica. Ci illustra i dettagli direttamente Sundar Pichai, CEO di Google e Alphabet:

La pandemia ha avuto un impatto devastante sulle comunità di tutto il mondo. Sebbene ci siano ancora molte incertezze, lo sviluppo di più vaccini sicuri in così poco tempo ci dà motivo di speranza. Ora inizia il lavoro per garantire che tutti possano beneficiare di questo trionfo di risultati scientifici, e rapidamente.

Durante la pandemia, Google ha aiutato le persone a ottenere le informazioni di cui hanno bisogno per mantenere le loro famiglie al sicuro e in salute. Abbiamo supportato le piccole imprese e abbiamo collaborato con Apple per creare una tecnologia di notifica dell'esposizione per combattere la diffusione di COVID-19 in tutto il mondo. Ora, mentre le autorità sanitarie pubbliche intensificano gli sforzi di vaccinazione, stiamo trovando più modi per aiutare. 

Riconosciamo che fornire vaccini alle persone è un problema complesso da risolvere e ci impegniamo a fare la nostra parte. Oggi annunciamo che stiamo fornendo più di 150 milioni di dollari per promuovere l'educazione sui vaccini e un'equa distribuzione e rendere più facile trovare informazioni rilevanti a livello locale, incluso quando e dove ottenere il vaccino. Apriremo anche spazi di Google per fungere da siti di vaccinazione, se necessario. 

150 milioni di dollari per promuovere l'educazione sui vaccini e un accesso equo 

Dall'inizio della pandemia, abbiamo aiutato più di 100 agenzie governative e organizzazioni non governative globali a pubblicare annunci importanti sulla salute del servizio pubblico tramite il nostro programma Ad Grants Crisis Relief. Oggi annunciamo ulteriori $ 100 milioni in sovvenzioni pubblicitarie per la Fondazione CDC, l'Organizzazione mondiale della sanità e organizzazioni non profit in tutto il mondo. Investiremo altri 50 milioni di dollari in collaborazione con agenzie di sanità pubblica per raggiungere comunità svantaggiate con contenuti e informazioni relativi ai vaccini.

I nostri sforzi si concentreranno fortemente su un accesso equo ai vaccini. I primi dati negli Stati Uniti mostrano che le popolazioni colpite in modo sproporzionato, in particolare le persone di colore e quelle nelle comunità rurali, non hanno accesso al vaccino alle stesse velocità degli altri gruppi. Per aiutare, Google.org ha impegnato $ 5 milioni in sovvenzioni a organizzazioni che affrontano le disparità geografiche e razziali nelle vaccinazioni COVID-19, tra cui il Satcher Health Leadership Institute della Morehouse School of Medicine e la CDC Foundation .

Evidenziando informazioni autorevoli e siti di vaccinazione locali su Ricerca e Mappe

Per aiutare a trovare informazioni accurate e tempestive sui vaccini, abbiamo ampliato i nostri pannelli informativi sulla ricerca a più di 40 paesi e dozzine di lingue, con altri in arrivo nella prossima settimana. Inizieremo a mostrare le informazioni sulla distribuzione statale e regionale nella Ricerca in modo che le persone possano trovare facilmente quando sono idonee a ricevere un vaccino. Presto lanceremo un'iniziativa "Get The Facts" su Google e YouTube per fornire al pubblico informazioni autorevoli sui vaccini.

Le ricerche di "vaccini vicino a me" sono aumentate di 5 volte dall'inizio dell'anno e vogliamo assicurarci di fornire risposte pertinenti a livello locale. Nelle prossime settimane, i luoghi di vaccinazione COVID-19 saranno disponibili in Ricerca Google e Maps, a partire da Arizona, Louisiana, Mississippi e Texas, con altri stati e paesi a venire. Includeremo dettagli come se è necessario un appuntamento o un rinvio, se l'accesso è limitato a gruppi specifici o se ha un drive-through. Stiamo lavorando con partner come VaccineFinder.org, un'iniziativa del Boston Children's Hospital e altre fonti autorevoli, come agenzie governative e farmacie al dettaglio, per raccogliere informazioni sulla posizione della vaccinazione e renderle disponibili.

Coronavirus, l'impegno di Google per la distribuzione dei vaccini

La ricerca e le mappe mostreranno presto i siti di vaccinazione con dettagli importanti

Apertura dei nostri spazi per le cliniche di vaccinazione 

Per aiutare con gli sforzi di vaccinazione, a partire dagli Stati Uniti, metteremo a disposizione strutture Google selezionate, come edifici, parcheggi e spazi aperti, secondo necessità. Questi siti saranno aperti a chiunque abbia diritto al vaccino in base alle linee guida statali e locali. Inizieremo collaborando con il fornitore di assistenza sanitaria One Medical e le autorità sanitarie pubbliche per aprire siti a Los Angeles e nella Bay Area di San Francisco in California; Kirkland, Washington; e New York City, con piani di espansione a livello nazionale. Stiamo lavorando con i funzionari locali per determinare quando i siti possono essere aperti in base alla disponibilità di vaccini locali. 

Utilizzo della nostra tecnologia per migliorare la distribuzione dei vaccini 

Google Cloud sta aiutando le organizzazioni sanitarie, le farmacie al dettaglio, le società di logistica e le istituzioni del settore pubblico a utilizzare tecnologie innovative per accelerare la consegna dei vaccini. Ad esempio, le società di logistica utilizzano la nostra intelligenza artificiale per ottimizzare le operazioni di autotrasporto adattandosi al traffico o alle condizioni meteorologiche avverse e rilevare le fluttuazioni di temperatura durante il trasporto. Una volta che i vaccini raggiungono la loro destinazione, i nostri strumenti aiutano a facilitare lo screening preliminare, la programmazione e il follow-up. E la nostra piattaforma di impatto sui vaccini intelligente sta aiutando stati come New York e la Carolina del Nord a gestire la distribuzione e le previsioni in cui saranno più necessari vaccini, dispositivi di protezione individuale e personale ospedaliero.

La pandemia COVID-19 ha colpito profondamente ogni comunità in tutto il mondo. Ha anche ispirato il coordinamento tra i settori pubblico e privato e oltre i confini internazionali, su una scala notevole. Non possiamo rallentare adesso. Fornire vaccini a miliardi di persone non sarà facile, ma è uno dei problemi più importanti che risolveremo nel corso della nostra vita. Google continuerà a supportare in ogni modo possibile.

Fonte: Google
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio