Pagine

Google vuole il mercato smartphone | Ufficiali i nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro

ott 19, 2021

Potenza, design ed esclusività nei nuovi dispositivi del 2021.

Google vuole il mercato smartphone | Ufficiali i nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro

Dopo i quasi anonimi device della serie 5, Google torna a fare sul serio e punta prepotentemente a ricoprire un ruolo importante anche come produttore hardware nel mercato degli smartphone di fascia alta con il lancio ufficiale dei nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro.

I dispositivi sono già preordinabili da oggi negli USA e arriveranno (entrambi) in Italia dopo le prossime festività natalizie.

Al contrario dei predecessori, i nuovi Pixel 6 e 6 Pro non hanno elementi esclusivi solamente nel software, con funzionalità Android non disponibili per gli altri brand, ma sono unici ed innovativi anche nel design e nel nuovo Processore proprietario, Tensor.

Ampiamente anticipati e pubblicizzati da Google stessa nei mesi scorsi, i nuovi smartphone Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro promettono di dare battaglia seriamente ai top di gamma Apple e Samsung nel prossimo semestre, almeno in quei mercati (escludiamo l'Italia) in cui la popolazione ha vedute più ampie e consapevoli del mondo hi-tech.

Google vuole il mercato smartphone | Ufficiali i nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro

Basati su Google Tensor, il primo processore di Google in assoluto, e forniti con Android 12, entrambi i telefoni sono veloci, intelligenti, sicuri e progettati per adattarsi a te.

Pixel 6 è un telefono completo eccezionale e parte da soli $ 599. Se desideri tutte le funzionalità avanzate e le finiture aggiornate, Pixel 6 Pro è il telefono giusto per te, a partire da $ 899.


Ad alimentare la nuova gamma di Pixel c'è Google Tensor, un sistema mobile su un chip progettato specificamente per l'IA leader del settore di Google. Google Tensor abilita funzionalità completamente nuove per il tuo smartphone e rende Pixel 6 e Pixel 6 Pro più utili e più personali.

Design distinto

Pixel ha un nuovo design audace quest'anno con un aspetto coerente tra il software all'interno e l'hardware all'esterno. La prima cosa che noterai è la barra della fotocamera, che conferisce al telefono un design pulito e simmetrico che mette la fotocamera in primo piano.

Google vuole il mercato smartphone | Ufficiali i nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro


Pixel 6 ha una grafica distintiva e un aspetto vivace. Il cinturino in metallo nero opaco completa le opzioni di colore espressive e versatili. Pixel 6 Pro è stato ispirato dalle finiture che vedi nei gioielli e negli orologi di lusso. È realizzato con un unibody in metallo lucido e si trasforma in uno splendido vetro curvo in colori che completano i telai metallici.

A proposito di colori, Android 12 porta una riprogettazione completa del sistema operativo, con Material You.

Android 12 su Pixel 6

Android 12 si basa sulle migliori funzionalità di Android in modo che il tuo telefono possa essere davvero il tuo telefono: può adattarsi a te, è sicuro per impostazione predefinita e privato per progettazione. E Android 12 sembra particolarmente sorprendente su Pixel 6.

Quando scegli lo sfondo, l'intera interfaccia utente si aggiornerà per riflettere quella scelta. Tutto sembrerà più reattivo e più fluido. A colpo d'occhio, che viene visualizzato nella schermata iniziale e nella schermata di blocco, ha un nuovo look e alcune nuove funzionalità. Qui troverai ciò di cui hai bisogno, proprio quando ne hai bisogno, ad esempio la carta d'imbarco il giorno del volo o le statistiche del tuo allenamento attuale.


E Pixel 6 è di nuovo il telefono più votato per la sicurezza. Include la nuova generazione Titan M2 TM , che funziona con il core di sicurezza Tensor per proteggere i dati utente sensibili, i PIN e le password. Abbiamo anche esteso la nostra finestra di supporto ad almeno cinque anni di aggiornamenti di sicurezza, in modo che il tuo telefono abbia la protezione più aggiornata.

Nuovo Pixel, nuova fotocamera

Pixel 6 e Pixel 6 Pro hanno le fotocamere più avanzate che abbiamo mai realizzato. L'intera esperienza della fotocamera è migliorata dall'hardware alla rivoluzionaria fotografia computazionale di Pixel.

Sia Pixel 6 che Pixel 6 Pro hanno un nuovo sensore da 1/1,3 pollici sul retro. Questo sensore principale ora cattura fino al 150% di luce in più (rispetto alla fotocamera principale di Pixel 5), il che significa che otterrai foto e video con dettagli ancora maggiori e colori più ricchi. Entrambi i telefoni hanno anche obiettivi ultrawide completamente nuovi con sensori più grandi, quindi le foto sembrano fantastiche quando vuoi adattarle di più allo scatto.

Pixel 6 Pro ha anche un incredibile teleobiettivo con zoom ottico 4x e fino a 20x con una versione migliorata del Super Res Zoom di Pixel. C'è anche una fotocamera frontale ultrawide aggiornata che registra video 4K. Puoi utilizzare quella fotocamera frontale più ampia nella nuova funzione selfie ultrawide di Snapchat. Inoltre, per l'accesso istantaneo a Snapchat, la nuova funzione Quick Tap to Snap arriverà esclusivamente su Pixel 6 e Pixel 6 Pro entro la fine dell'anno.

Magic Eraser fa scomparire le distrazioni nelle tue foto, proprio così. Con pochi tocchi in Google Foto, rimuovi estranei e oggetti indesiderati.


La modalità movimento offre opzioni come Action Pan e Long Exposure, che danno movimento ai tuoi scatti. Puoi utilizzare Action Pan per scattare foto dei tuoi bambini in sella al loro scooter o per eseguire folli acrobazie sullo skateboard su uno sfondo sfocato alla moda. Oppure crea bellissimi scatti a lunga esposizione in cui il tuo soggetto è in movimento, come cascate o vivaci scene di città.

Un altro significativo progresso nella fotografia su Pixel e Google Foto è Real Tone. Da decenni, le fotocamere sono state progettate per fotografare la pelle chiara, un pregiudizio che si è insinuato in molti dei nostri moderni prodotti e algoritmi di imaging digitale. I nostri team hanno lavorato direttamente con fotografi, cineasti e coloristi famosi per le loro immagini belle e accurate delle comunità di colore. Abbiamo chiesto loro di testare le nostre fotocamere e gli strumenti di editing e di fornire un feedback onesto, che ha contribuito a rendere più eque le nostre funzionalità di fotocamera e di miglioramento automatico.

Intelligenza e parola

Pixel 6 e Pixel 6 Pro hanno anche modelli di riconoscimento vocale e comprensione della lingua migliorati, in modo da semplificare le attività quotidiane. Ad esempio, ora puoi usare la tua voce per digitare, modificare e inviare rapidamente messaggi con la digitazione vocale dell'assistente in Messaggi, Gmail e altro. Lascia che l'Assistente Google ti aiuti ad aggiungere punteggiatura, apportare correzioni, inserire emoji e inviare i tuoi messaggi.

Potresti ritrovarti di tanto in tanto a cercare di decidere se hai tempo per chiamare un'azienda ora o se dovresti chiamare più tardi per evitare di aspettare in attesa. Ora, Wait Times e Direct My Call, disponibili negli Stati Uniti e in inglese, rendono questa decisione più semplice: prima ancora di effettuare la chiamata a un numero verde aziendale, vedrai l'attesa ora per ora attuale e prevista Orari per il resto della settimana.

E quando chiami l'attività, Direct My Call ti aiuta a raggiungere il posto giusto. Alimentato dalla tecnologia Duplex, l'Assistente Google trascrive i messaggi automatici e le opzioni di menu per te in tempo reale e li visualizza sullo schermo affinché tu possa vederli e toccarli.

Infine, Live Translate ti consente di inviare messaggi a persone in diverse lingue, tra cui inglese, francese, tedesco, italiano e giapponese. Funziona rilevando se un messaggio nelle tue app di chat, come WhatsApp o Snapchat, è diverso dalla tua lingua e, in tal caso, ti offre automaticamente una traduzione. Tutto questo rilevamento ed elaborazione avviene interamente sul dispositivo all'interno di Private Compute Core, quindi nessun dato lascia mai il dispositivo e funziona anche senza connettività di rete. Con il supporto per la modalità Interprete, sarai anche in grado di tradurre a turno ciò che viene detto in un massimo di 48 lingue. Attiva l'assistente e pronuncia "Sii il mio interprete".

Fonte: Google
Articolo di HTNovo
Creative Commons License

Modulo di contatto

Archivio