Record: lo smartphone Xiaomi Mi5 già prenotato da 14 milioni di persone! Ecco perché



Smartphone già prenotato da 14 milioni di persone
Sono passati esattamente 5 giorni dalla presentazione ufficiale del nuovo top di gamma Xiaomi, Mi5, e gli appassionati del marchio che hanno prenotato il nuovo dispositivo della casa cinese sono già ben oltre i 14 milioni.
Un'enormità ed un Record assoluto per l'azienda di Lei Jun, fondata solo 6 anni fa.

Fondata solo 6 anni fa

Nel nostro Live HTN del Mobile World Congress 2016, da Barcellona, avevamo dedicato un buono spazio ad un dispositivo che sembrava, nelle premesse, essere molto interessante, ma non pensavamo, di certo, potesse prendersi la scena di questi primi giorni post MWC in maniera così prepotente.

Il successo in partenza di Xiaomi Mi5 è dato sopratutto dall'ottimo prezzo per un device di fascia alta, con caratteristiche che poco hanno da invidiare ai modelli maggiori di marchi più blasonati.
Si va, infatti, da 278 euro del modello base a 375 euro per la versione completa.
 Xiaomi Mi5 già prenotato da 14 milioni di persone!

Le caratteristiche principali che lo rendono competitivo ai massimi livelli sono date da un display IPS da 5.15 pollici Full HD e luminanza di 600 nit, Processore SoC Qualcomm Snapdragon 820, 3 e 4 GB di RAM di tipo LPDDR4, 32/64/128 GB di memoria interna UFS 2.0.

Moduli fotocamera:
Posteriore da 16 MP con sensore Sony IMX298, doppio flash LED, stabilizzatore ottico d'immagine, autofocus e rilevazione di fase.
Anteriore da 4 MP.
Connettività:
4G-LTE Cat. 12, supporto VoLTE, download fino a 600 Mbps, WiFi 802.11ac dual-band (MIMO), Bluetooth 4.1, GPS ed NFC.
Inoltre:
Batteria da 3000 mAh con tecnologia di ricarica rapida Quick Charge 3.0, sensore per le impronte digitali, porta USB Type-C, doppia slot per Sim.
Sistema operativo Android 6.0 Marshmallow, interfaccia proprietaria MIUI 7.
Spessore di 7.25 mm, peso di soli 129 grammi.

Ecco perché lo smartphone Xiaomi Mi5 è stato già prenotato da 14 milioni di persone!

Fatti, non chiacchiere.

Articolo di HTNovo
Creative Commons License