Arriva Jaq, il caricabatterie ad acqua e sale



Arriva dalla Svezia
Se ne parla da tempo e, adesso, sembra proprio arrivato il momento della messa in commercio del primo caricabatterie per smartphone e dispositivi portatili a celle combustibili, totalmente indipendente dalla corrente elettrica.

Jaq, infatti, è un caricabatterie composto da un'unità principale e da cartucce usa e getta contenenti una miscela naturale formata da acqua e sale, in grado, una volta inserite nell'unità, di dare il via ad una combustione spontanea che crea una reazione da 1800 mAh, sufficiente a ricaricare, in brevissimo tempo (appena qualche minuto) e per intero, uno smartphone di fascia alta, collegandolo con il classico cavetto USB.

La società produttrice, svedese, è la myFC ed il lancio in Svezia è previsto nella prossima Primavera con l'intenzione di stipulare accordi commerciali anche negli altri paesi europei. L'unità principale avrà un costo di circa 50 euro, mentre le singole cartucce, utilizzabili una sola volta, costeranno 1 euro, con possibilità di speciali abbonamenti annuali, stipulabili online, che mireranno a contenere, in una spesa di 5 euro mensili, un numero adeguato di ricariche per le quattro settimane.

Jaq caricabatterie

Niente corrente elettrica, quindi risparmio di tempo e denaro, velocità assoluta di caricamento, minimo ingombro, portatile e utilizzabile ovunque ed in qualsiasi momento, ecosostenibilità ai massimi livelli, dati anche i materiali utilizzati, totalmente riciclabili.

Sicuramente da tenere d'occhio, attendendo la commercializzazione ufficiale.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License