Come giocare a scacchi in chat su Facebook



su Facebook
Fra gli oltre 1,5 miliardi di utenti attivi ogni giorno su Facebook, ci sono tanti videogiocatori che utilizzano le applicazioni della piattaforma social per giocare fra uno status e l'altro e fra una chiacchierata in chat con un amico o il proprio partner.

Consci delle abitudini dei propri iscritti, gli sviluppatori di Palo Alto stanno sviluppando nuove strategie per coinvolgere sempre di più le persone e spingerle a rimanere fedeli habitué delle proprie pagine.

Grazie ad alcuni utenti di Reddit, è venuta alla luce un'applicazione segreta, integrata nella chat di Facebook, che consente, sia da mobile che da desktop, di sfidare un proprio amico in una partita di scacchi, direttamente nella finestra di conversazione. Basta aprire la chat con uno dei propri contatti e digitare, dando Invio, il comando @fbchess play, per vedersi comparire la scacchiera, pronta per l'inizio della sfida.
Come per le partite classiche, ogni pezzo è identificato da una lettera, con le posizioni contraddistinte da combinazioni di lettere e numeri.
Il pedone è identificato dalla lettera P, la torre dalla R, l'alfiere dalla lettera B, il cavallo dalla N, la regina dalla Q e il re dalla consueta K.
Per poter muovere i propri, l'utente deve digitare comandi specifici e corrispondenti alla posizione da occupare.
Per spostare, ad esempio, un cavallo da G1 ad H3, basta digitare, dando Invio, @fbchess Nh3.
Ad ogni mossa, ci sarà la schermata aggiornata, come con l'arrivo di un nuovo messaggio.

finestra aggiornata

Digitando il comando @fbchess help compariranno, sempre nella finestra di chat, regole ed istruzioni per il gioco, con tutti i comandi e le relative funzioni.
L'utente può scegliere il proprio colore, quindi se iniziare o no la partita, aggiungendo al comando di inizio gioco, @fbchess play, la parola white, quindi inizia, avendo il bianco, come da regolamento degli scacchi, o black, quindi prende il nero e cede la prima mossa all'avversario.

Cosa ne pensate? Carina, no?
Articolo di HTNovo
Creative Commons License