Google: in arrivo un algoritmo che quantifica le calorie dei cibi fotografati



Da sempre Google è attenta ai fenomeni di massa e a ciò che più appassiona ed entusiasma il popolo del web e non solo, proponendosi, spesso, come pioniere di innovazioni smart, utili ed accessibili a tutti.
Con la recente acquisizione di Im2Calories, il gruppo di Mountain View ha depositato il primo brevetto di una nuova tecnologia applicata ai moduli fotocamera dei dispositivi portatili, con uno speciale algoritmo in grado di conteggiare le calorie di un piatto al centro di un'inquadratura fotografica.

Il software riconosce, semplicemente aprendo la fotocamera, qualsiasi alimento presente sulla scena di ripresa, dando la possibilità di ampliare il proprio database, inserendo informazioni di cibi nuovi, che man mano verranno memorizzati, riconosciuti ed analizzati.

Il progetto è ancora nella prima fase di sviluppo, ma bigG è a buon punto nel processo di quantificare al minimo dati ed informazioni, richieste da un algoritmo, per trasformare immagini in documentazioni scritte.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License