Turing Phone, disponibile da Agosto lo smartphone d'acciaio



Quasi tre mesi fa vi avevo anticipato la messa in produzione dello smartphone più duro e resistente del pianeta, da parte della Turing Robotic Industries, Turing Phone, costruito con Liquidmorphium, una lega metallica amorfa, composta da zirconio, alluminio, nickel e argento, con struttura atomica simile a quella del vetro ma con una resistenza superiore anche a quella dell'acciaio.
Smartphone sicuro anche per quanto riguarda le informazioni, essendo dotato di chip per la crittografia dei dati, di sistema che consente la messaggistica fra più utenti Turing senza l'ausilio di server terzi, di sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte e anche di un aggancio magnetico per il connettore della ricarica.


Come sottolineato e indicato nel precedente articolo, il device si fa rispettare anche per un ottimo comparto hardware e software, montando un processore Qualcomm Snapdragon 801, avendo 3GB di Ram, 64128 GB di Storage, un Display da 5,5" con risoluzione 1920 x 1080 pixel, una fotocamera posteriore con flash a doppio Led da 13 MP e una anteriore da 8 MP.
Ottima anche la batteria  da ben 3.000 mAh.
Non mancano, ovviamente, connettività 4G LTE, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.0 (BLE) e un Sistema operativo collaudato qual è Android 5.1 Lollipop.



Inizieranno ufficialmente il 31 Luglio prossimo, con spedizioni e disponibilità a partire dai primi giorni del mese di Agosto, i preordini
Prezzi, come già anticipato, non proprio competitivi, ma neanche esagerati, data l'importanza dei materiali impiegati: si va dai 550 euro per la versione da 64 GB di memoria ai 780 euro per quella con 128 GB.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License