LG G5 smontato e messo a dura prova | Video



LG G5 smontato e messo a dura prova | Video HTNovo
Il nuovo smartphone Top di gamma LG G5, fin dal giorno della sua presentazione, in quel di Barcellona, durante il MWC 2016, ha suscitato dibattiti e critiche positive e negative fra appassionati ed addetti ai lavori, per le sue indubbie caratteristiche innovative (Magic Slot), dotazioni software/hardware di tutto rispetto, ma anche leggerezza e qualità dei materiali che hanno portato più di qualche dubbio e perplessità nell'ambiente.

Proviamo a toglierci le incertezze e ad avere la situazione più chiara sull'effettiva valenza costruttiva del nuovo smartphone della casa sudcoreana, con un paio di video che mostrano il device completamente smontato e messo a dura prova con test di resistenza decisamente impegnativi. Il primo video mostra l'LG G5 smontato con la presenza di molto materiale plastico, a dispetto delle recensioni ufficiali che volevano il device con un'anima e un corpo totalmente in metallo.
La cover posteriore risulta essere plastica rivestita da due sottili fogli in metallo (alluminio?) o presunto tale, che va a giustificare la leggerezza del dispositivo.



Il secondo video, con protagonista lo stesso esemplare di G5, documenta la resistenza ai graffi del display, dell'area fotocamera, della cover e del sensore d'impronte.
Nel video si evidenzia anche la distorsione del contenuto del display con pressioni aumentate delle dita, dovuta all'estrema vicinanza fra il vetro e lo schermo.
Anche il Magic Slot viene messo alla prova, risultando facilmente pieghevole ma non altrettanto facilmente da rompere.
Infine, da sottolineare, la "resistenza al calore", sempre del display, misurata con il test dell'accendino.



Insomma, LG G5 è bello, è innovativo, è performante, ma, forse, non vale, almeno a livello di materiali "nobili" utilizzati, i diretti concorrenti, come abbiamo avuto modo di documentare e trattare, abbondantemente, in questo Blog, nella sezione Smartphone e negli ultimi tempi.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License