Windows 10 - Il punto sulla situazione | Report



Il punto sulla situazione del Sistema operativo di Redmond, alla vigilia del rilascio del quarto Major Update e di un autunno decisamente caldo per tutto l'ecosistema Microsoft.

Windows-10-situazione-Report
L'estate sta finendo, ma il periodo più caldo per gli appassionati di tecnologia e prodotti Microsoft sta per arrivare, con l'avvicinarsi del rilascio di Fall Creators Update, il quarto, grande aggiornamento di Sistema di Windows 10, e novità attese da tempo, lato software/hardware, riguardo il discusso settore Mobile del colosso americano.
I mesi appena trascorsi hanno visto l'avanzamento e il completamento dello sviluppo della nuova release del Sistema operativo, con importanti introduzioni e miglioramenti per desktop e tablet, console Xbox e stabilizzazioni della versione per smartphone.

Fluent Design, per un nuovo stile grafico di app e aree operative, People Bar, per avere a portata di click, sulla taskbar, tutti i contatti e le attività connesse, Eye Control, per controllare il Sistema solo con gli occhi, nuovi comandi e miglioramenti nelle Impostazioni, funzionalità Telefono, con ripresa e continuazione delle attività da e fra PC e device Mobile, aumento della Protezione, browser Edge con nuovo motore di rendering HTML16 che garantirà performance superiori del 40%, nuova Tastiera flow, nuovo pannello Emoji, sono solo alcune delle novità che abbiamo ampiamente esaminato fra le pagine di HTNovo e che stanno per arrivare, gratuitamente, su tutti i PC compatibili che eseguono Windows 10 stabile, dopo essere state testate dagli Insider e fixate dagli sviluppatori di Redmond.



Il nuovo Major Update è pronto per la distribuzione al pubblico, con le ultime Build Insider che contengono solamente bug-fix e ottimizzazioni per il funzionamento ottimale.

Come detto, in anteprima nazionale, la versione 1709 di Windows 10 arriverà a settembre per gli iscritti al Programma di feedback e test Microsoft, con la nuova RTM (Release To Manufacturing) rilasciata in anticipo, come sempre accaduto, per premiare il contributo dei milioni di utenti che hanno scelto di provare in anteprima le funzionalità in via di sviluppo, con frequenti nuove installazioni ed inevitabili malfunzionamenti random.

Il ramo Production (500 milioni di dispositivi nel Mondo) otterrà Fall Creators Update a partire dalle prime settimane di ottobre, con il consueto roll-out a scaglioni, che darà priorità ai dispositivi Xbox, Surface e PC/tablet di ultima concezione, proseguendo con tutti i PC/tablet più datati che vedranno, man mano, resi disponibili ed inviati a Microsoft i driver aggiornati dalle varie case produttrici.

Tutto ciò, come sapete, se siete lettori abituali di questo Blog, parlando di distribuzione automatica via Windows Update.

Ovviamente, le metodologie alternative che abbiamo illustrato nel dettaglio (Assistente aggiornamento Windows 10, Media Creation Tool, ISO) in occasione degli aggiornamenti precedenti, per scaricare ed installare la nuova release di Windows 10, saranno valide anche questa volta, qualora siate in possesso di device in grado di eseguire correttamente i nuovi bit.

La torrida estate che stiamo per lasciarci alle spalle ha visto la nascita di un nuovo canale temporaneo nel circuito Insider per la distribuzione e la ricezione di aggiornamenti e nuove Build.

L'anello Skip Ahead (Salta Avanti) rimarrà attivo sino al rilascio ufficiale di Redstone 3 (Fall Creators Update), con la possibilità di ricevere le Build e gli aggiornamenti delle Applicazioni del nuovo ramo di sviluppo di Windows 10, che porterà sino al quinto Major Update del Sistema operativo Microsoft, previsto per marzo 2018.

Dopo il rilascio di Windows 10 Redstone 3 al pubblico, i ring torneranno ad essere 3 e le Build più recenti del nuovo ramo di sviluppo del Sistema operativo saranno rese disponibili regolarmente ed esclusivamente agli iscritti appartenenti all'anello Veloce.

Il rilascio ufficiale di Redstone 3 aprirà un'altra finestra temporanea dedicata agli Insider che vorranno, però, uscire dal Programma, mantenendo la loro copia stabile di Windows 10, pienamente aggiornata all'ultima release del Sistema.

Se pensate di uscire, anche solo per qualche mese, dal Programma Insider, è bene che vi rileggiate il Post in merito alla Finestra Magica (compare e scompare all'improvviso), relativo al precedente Creators Update, ma perfettamente valido anche per il prossimo, grande Aggiornamento di Sistema.

Le possibilità di eseguire un Sistema operativo sempre più su misura per le proprie esigenze, sia personali che aziendali o di organizzazione complessa, sono aumentate notevolmente nel corso di questo 2017, con l'introduzione di due nuove edizioni del Sistema operativo, Windows 10 S e Windows 10 Pro for Workstation.

Le due nuove varianti, studiate appositamente per il settore Educational, la prima, e quello altamente Produttivo, la seconda, possono essere installate già adesso su device comuni e avranno anche loro la possibilità di essere testate dagli Insider, con le rispettive Build di anteprima, iscrivendo i PC sui quali sono in esecuzione al Programma di test e feedback, tramite le Impostazioni (Aggiornamento e sicurezza) e un Account Microsoft.

Ma... Windows 10 Mobile?

Beh, se adesso vi aspettate, anche da me, espressioni quali 'Windows 10 Mobile è morto' o 'Microsoft abbandona il settore smartphone', potete chiudere e passare oltre.


Qui non trovate e non troverete mai Titoli e Post clickbait né finti editoriali studiati a tavolino, con finte critiche (non giustificate), solamente per attirare commenti ed attenzioni di utenti perplessi, per utilizzare un eufemismo, sulle differenze di sviluppo fra versione desktop del Sistema e quella smartphone, buttando benzina su un fuoco artificiale e non esistente, nella realtà.

Windows 10 Mobile sta ricevendo aggiornamenti sia nel canale stabile sia nel circuito Insider, con le Build d'anteprima appartenenti al ramo di sviluppo Feature 2, che porteranno al rilascio pubblico dell'aggiornamento di Sistema per gli smartphone compatibili, subito dopo quello per i desktop, come sempre accaduto sino ad ora.

Le novità d'inizio autunno che attendono i possessori di smartphone con a bordo il Sistema operativo Microsoft sono sicuramente nulle rispetto alla controparte desktop, consistenti, principalmente, in miglioramenti sotto la scocca, stabilità e fluidità di utilizzo ed esecuzione delle varie aree.

Per forza; il processo di sviluppo di un unico Sistema operativo per ogni tipologia di dispositivo sta andando avanti, rispettando tutte le tabelle di marcia!

Lo abbiamo visto, chiaramente, negli ultimi mesi, con le trapelazioni di foto e video interni con l'interfaccia evoluta ed adattabile, grazie a CShell (Composable Shell), la nuova versione della Shell proprietaria del Sistema operativo.

Gli smartphone sono dispositivi diversi dai desktop, concepiti molto più tardi, ed hanno tempi di sviluppo e di ricerca diversi dai PC.

Dobbiamo dare a Microsoft il tempo necessario per ottimizzare Windows 10 su dispositivi mobili, così come è stato necessario per ottimizzarlo su PC e tablet.

Windows 10 Mobile è un Sistema innovativo, unico e diverso da tutto ciò che è prodotto dalla concorrenza.

Microsoft non ha abbandonato il settore Mobile né, tantomeno, il settore Mobile rappresenta un fallimento per Microsoft.

Chi dice il contrario fa disinformazione, non rispettando utenti e lettori.

Come potete pensare che la più grande azienda del Pianeta di prodotti e servizi tecnologici, leader indiscusso e totalitario del segmento desktop, abbandoni il settore che va per la maggiore e che è, e sarà per sempre, in continua espansione e diffusione?

Fantascienza, davvero.

Perché stupirsi e lamentarsi se Windows 10 Mobile, come tutti i Sistemi operativi, avrà una fine e un degno successore?

Abbiamo aggiornato, sempre e regolarmente, i nostri Windows Phone, vedendoci garantite sicurezza e performance, novità e miglioramenti.
Anche su smartphone datati.
Tutto molto simile a ciò che accade con i PC e tutto molto diverso, invece, di ciò che accade con gli smartphone Android, ad esempio, che nascono e muoiono (quasi tutti) con la stessa versione del Sistema operativo.

Microsoft ha annunciato ufficialmente, anche per bocca del CEO, che arriverà in commercio un dispositivo che rivoluzionerà il settore Mobile, ripetendo, questo da oltre due anni, che Windows 10 sarà in esecuzione su quel dispositivo e sui dispositivi di ogni tipologia e ogni risoluzione, per ogni evenienza e ogni genere di utilizzo.

Siete fans di Windows? Volevate smartphone equipaggiati con Windows?
Li avete avuti.
A basso costo, sempre aggiornati, protetti, con le app e il Windows Store.

E continuerete ad averli e a poterne acquistare di nuovi, sempre più performanti, con processori potentissimi, sempre più simili ai vostri PC, con un supporto sempre maggiore e prolungato nel tempo, al pari del Sistema che conosciamo da diversi decenni e che da diversi decenni utilizziamo sui nostri desktop.

Già, una delle tante sfide nella sfida, che Microsoft vincerà, sarà proprio questa: aggiornare gli smartphone alla release successiva sempre, come accade, in linea di massima, con i PC.
Lo smartphone morirà di vecchiaia e non per mancanza di un Sistema al passo con i tempi e/o non più supportato e con le app non aggiornate o, addirittura, dismesse, ritirate dagli stessi sviluppatori dallo Store.

Nessuno lo fa, oggi; Microsoft lo farà.

Grazie per l'attenzione.
Articolo di HTNovo
Creative Commons License